Coronavirus: ex ministro della Salute, in Italia gravi ritardi

di Redazione | 29 Marzo 2020, @03:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

MILANO – “In Italia ci siamo mossi con grave ritardo” nel mettere in moto la macchina sanitaria e “ci siamo trovati nella bufera senza le armi. Sono passati inutilmente mesi e non abbiamo pensato che il Corononavirus sarebbe arrivato anche qui. Per noi era una cosa della Cina”.

È molto critico l’ex ministro della Salute Girolamo Sirchia su come è stata gestita in Italia l’emergenza Coronavirus.

“Ancora adesso – aggiunge – mancano le mascherine e ci sono problemi con la logistica”.

L’ex ministro, che è stato pure primario al Policlinico di Milano, non riesce a capacitarsi “perché ci abbiamo messo due mesi a capire che dovevamo fare come Wuhan che in poco tempo ha costruito ospedali dedicati – prosegue – . È stato un grave errore non avere subito istituito ospedali Covid-19 collegati con i centri di malattie infettive. Quindi abbiamo dovuto arrabattarci con il risultato che i malati sono diventati così tanti che i reparti infettivi non sono più bastati e quindi sono stati ricoverati ovunque dove c’era un respiratore. Cosa che ha favorito la diffusione del virus che è ancora in fase di espansione”.


Print Friendly and PDF

TAGS