Coronavirus e solidarietà, 520mila euro per la terapia intensiva dell’ospedale San Salvatore

di Redazione | 17 Maggio 2020 @ 19:06 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sono tante e tutte importanti le iniziative solidali che hanno avuto come obiettivo il potenziamento del reparto di Terapia intensiva dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila con la costruzione di un primo lotto con 4 posti letto secondo i migliori standard tecnologici. Il progetto innovativo, portato avanti con donazioni private, è destinato ad essere pilota in Italia: 10 posti, oltre gli otto già in funzione, per il reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale per un investimento di circa due milioni di euro. Ad oggi le donazioni sono arrivate a 520 mila euro ma la raccolta fondi continua, nella speranza di raggiungere l’obiettivo il prima possibile.

In prima linea insieme al primario del reparto di Anestesia e Rianimazione, Franco Marinangeli e all’associazione V.A.Do., promotrice dell’iniziativa che ha raccolto 170 mila euro, anche l’Associazione Nazionale Costruttori Edili (Ance) dell’Aquila con il presidente Adolfo Cicchetti e Eliseo Iannini, presidente della commissione Covid-Ance che hanno versato contributi pari a 100 mila euro per conto di diverse Imprese edili aquilane, la Fondazione Carispaq che ha contribuito con 150 mila euro e L’Aquila per la Vita che ha contribuito con 100 mila euro.

La Fondazione Carispaq sarà l’Istituzione che gestirà i rapporti con la Asl e con le ditte che realizzeranno l’opera mentre Paola Federici, in qualità di coordinatrice del Tribunale dei diritti del malato dell’Aquila, farà da garante per le istanze dei cittadini.  


Print Friendly and PDF

TAGS