Coronavirus: comparto alimentare e zootecnico in crisi, Santangelo invita all’acquisto delle produzioni a km0

di Redazione | 16 Marzo 2020, @02:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ho ricevuto l’accorato appello di alcuni operatori del settore agroalimentare e in particolare di quello zootecnico che, come tutti, si trovano ad affrontare l’emergenza Covid-19”.
 
Così Roberto Santangelo vice presidente vicario in Consiglio regionale.
 
“Mi segnalano che il comparto ovviamente non può fermarsi – dice Santangelo -, gli animali debbono essere accuditi quotidianamente. La produzione di latte continua e i caseifici raccolgono ed eventualmente trasformano la materia prima”.
 
“Gli operatori sollecitano – prosegue  – che le istituzioni si facciano parte attiva nei confronti della grande distribuzione che dovrebbe incentivare il consumo di tutte quelle produzioni agro-alimentari e zootecniche locali. In questo momento il consumatore è spesso disorientato e, preso dalla frenesia di incamerare prodotti in casa, presta quindi meno attenzione alla qualità di ciò che compra. Invito, pertanto, tutti i cittadini ad incrementare l’acquisto di prodotti lattiero-caseari locali e, in generale, tutte le produzioni a Km 0, quelli della cosiddetta ‘filiera corta’, per sostenere i nostri produttori”.
 
“Se anche le altre Regioni attueranno questo tipo di sostegno, evitando che si crei questa sorta di ‘tappo’ tra chi produce e chi consuma – conclude Santangelo – si potrà contribuire alla salvaguardia delle micro e macro attività agricole e zootecniche autogestite che costituiscono il tessuto produttivo dell’Abruzzo”.

Print Friendly and PDF

TAGS