Coronavirus, aveva scherzato su finti sintomi: licenziato per giusta causa

di Redazione | 08 Ottobre 2020 @ 06:46 | LA LEGGE E LA DIFESA
Print Friendly and PDF

E’ possibile il licenziamento per notizie false e goliardiche, al limite del pettegolezzo? Stando alle cronache sembra di sì. Un lavoratore, infatti, è stato licenziato dalla sua azienda perché aveva detto, scherzando, di non sentirsi bene e di avere dei sintomi di coronavirus. L’azienda lo ha sospeso, in via precauzionale, dal servizio; il lavoratore ha dovuto esibire un certificato medico e ammettere che stava solo scherzando. Il singolare episodio, protagonista un operaio, ha fatto mobilitare i sindacati che hanno denunciato il fatto dicendo che si tratta di un licenziamento per pettegolezzi. 

Ma come funziona? Cosa rischia un lavoratore in caso di pettegolezzi, maldicenze o scherzi di cattivo gusto sul luogo di lavoro o ai colleghi?

Il rapporto di lavoro è fondato su un vincolo fiduciario tra datore di lavoro e lavoratore e il lavoratore, durante lo svolgimento della prestazione di lavoro, deve pertanto attenersi a principi di correttezza e buona fede evitando comportamenti che possano far venire meno la fiducia nei suoi confronti. Il pettegolezzo, in alcuni casi, può essere una fattispecie particolarmente grave in termini di violazione della privacy di colleghi, superiori o dell’azienda. Non esiste quindi una norma generale, piuttosto nel caso specifico va verificata se è il pettegolezzo o lo scherzo abbiano prodotto gravi lesioni, ad esempio, della privacy appunto o della salute mentale di un collega tali da far venir meno la fiducia del datore di lavoro. 

Nel caso in esame l’azienda ha evidentemente reputato il fatto di cattivo gusto e lesivo della fiducia, un procurato allarma sufficiente a ritenersi legittimati a interrompere il rapporto di lavoro, un licenziamento per giusta causa insomma secondo l’azienda. Analogo discorso vale quando il lavoratore mette in atto comportamenti gravi nei confronti dei colleghi. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS