Coronavirus: appello per le donazioni di sangue #escosoloperdonare

Sono consentiti gli spostamenti dei donatori che si recano presso le unità di raccolta

di Redazione | 11 Marzo 2020 @ 10:44 | SALUTE E ALIMENTAZIONE
Print Friendly and PDF

Una chiamata a continuare a donare sangue ora più che mai seppure nelle more delle misure di contenimento del coronavirus. Il Ministero della Salute ha diramato una circolare in cui si precisa che la donazione di sangue ed emocomponenti può essere considerata inclusa tra le “situazioni di necessità” previste nel Dpcm del 9 marzo 2020. Pertanto, sono consentiti gli spostamenti dei donatori che si recano presso le unità di raccolta pubbliche e associative. A tal proposito è stato creato l’hashtag #escosoloperdonare perché le trasfusioni sono un Livello Essenziale di Assistenza, che deve essere garantito, e il mondo solidale della donazione non si deve fermare.

Il Centro Nazionale Sangue nelle due circolari diramate nei giorni scorsi (n.653 e n.666) invita nuovamente a:

  • ricorrere alla chiamata-convocazione programmata dei donatori al fine di regolare il numero degli accessi;
    •adottare misure di triage preliminare del donatore in occasione del contatto telefonico;
    •non sospendere le raccolte del sangue e degli emocomponenti, presso le strutture ospedaliere pubbliche e presso le Unità di raccolta associative su tutto il territorio nazionale.

Nel caso di raccolte effettuate all’interno di autoemoteche, è comunque garantita la distanza minima di un metro.

Rimane in vigore la sospensione di 14 giorni per i donatori che abbiano soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese e per coloro che, dopo possibile esposizione, sono a rischio contagio di SARS-CoV-2.


Print Friendly and PDF

TAGS