Convento agostiniano, demolito lo “scempio” di 14 metri di cemento armato

di Alessio Ludovici | 17 Dicembre 2020 @ 06:34 | ATTUALITA'
abuso convento agostiniano
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Al Convento agostiniano demolito lo “scempio” di 14 metri di cemento armato. Avevano fatto discutere alcuni lavori al Palazzo del Governo. In fondo, nei pressi della piazzetta di Santa Maria di Bagno, era sorto dal nulla un muro di una quindicina di metri (foto in alto, in basso come è adesso). Non c’era prima del sisma e sarebbe stato giustificato in malo modo. Un aumento di volumetria brutto e che aveva fatto insorgere gli abitanti della zona. I lavori furono poi bloccati e per un po’ non se n’è saputo nulla.

Ora il muro è scomparso e l’area è tornata allo skyline che tutti ricordano del pre-sisma. I residenti avevano presentato un esposto contro il Provveditorato interregionale ai Lavori Pubblici, stazione appaltante dell’intero aggregato, e gli altri enti coinvolti. 

L’intervento sul convento agostiniano rientrava nell’ambito dei lavori di rifacimento del Palazzo del Governo, più di 40 milioni di euro il costo, dove dovrebbero andare a finire tutti gli uffici della Provincia. 


Print Friendly and PDF

TAGS