Contributi alle associazioni sportive, Romano: “Basta con i falsi slogan”

di Redazione | 08 Maggio 2020, @11:05 | ATTUALITA'
Paolo Romano
Print Friendly and PDF

L’AQUILA . “Basta con i falsi slogan. L’ultimo esempio è quello con cui il sindaco e l’assessore allo Sport annunciano 45 mila euro di nuova liquidità all’associazionismo sportivo; è stata pensata anche una card ad uso e consumo social dove campeggiano i loghi riferibili al CoVid, come Fase2 e Vinci il Virus; espedienti comunicativi che inducono a pensare che la somma sia una misura di contrasto all’emergenza economica derivante dalla pandemia. È oltremodo chiaro lo scopo di far passare per immissione di liquidità straordinaria alle associazioni sportive, quella che è invece una semplice attività ordinaria dell’ente, pianificata già nello scorso bilancio e riferibile al parziale ristoro di manifestazioni sportive svolte nel 2019”.

Lo scrive in una nota il consigliere comunale di Italia viva Paolo Romano.

“Sullo sport serve una pianificazione ed una programmazione concreta. Una visione complessiva che in tre anni di consiliatura non si è vista e i cui risultati sarebbero stati invece utilissimi adesso che siamo entrati in fase 2 – spiega -. Ci sarebbe bisogno di un censimento ragionato delle attrezzature e degli impianti sportivi esistenti per procedere al loro recupero o all’adeguamento e disporre sul territorio di un patrimonio sportivo specialistico per le varie discipline. Vale a dire un potenziamento dell’esistente e una sospensione, almeno per il momento, della possibilità di realizzazione di nuovi impianti, oltre ad un piano strategico per la loro gestione attraverso una fase di condivisione, magari con la Consulta dello Sport che non ha mai visto la luce nonostante i continui annunci”.

“Sono diversi i siti sportivi che attendono l’esecuzione degli interventi – aggiunge – esempi sono il campo di Coppito che ha beneficiato di una variazione di bilancio di 100.000 euro per il suo recupero, la foresteria di Centi Colella su cui ci sono 400.000 euro che non si riescono a spendere, i campi sportivi di Paganica, di Arischia o il palazzetto di Viale Ovidio.

“Per di più sulla legge regionale 41 del 2011 c’è ancora disponibilità di 1milione e 775mila euro; sarebbe bene che la Regione sbloccasse l’accesso a quei fondi anche per destinarne quota parte al sostegno delle associazioni sportive: questa sì che sarebbe una misura straordinaria e contingente”, conclude.


Print Friendly and PDF

TAGS