Contrasto all’ibridazione tra lupo e cane, convenzione tra Parco Gran Sasso e regione Lazio

di Redazione | 23 Settembre 2020, @04:09 | AMBIENTE
lupi
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un accordo per tenere sotto controllo gli effetti del randagismo canino e favorire la conservazione del Lupo. E’ stato approvato oggi con una delibera del Presidente del Parco Gran Sasso Monti della Laga, Tommaso Navarra e ha come oggetto la collaborazione tra la Regione Lazio, il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano per il trasferimento e l’avvio della replicabilità sul territorio della Regione Lazio soluzioni per minimizzare gli effetti negativi dell’ibridazione tra lupo e cane.
L’accordo, che vale dalla data di sottoscrizione fino al 31 dicembre 2021, prevede che i due parchi si impegnino a 
formare il personale delle aree protette e della Direzione Capitale Naturale, dei parchi e aree protette della Regione Lazio sugli iter autorizzativi per la cattura di lupi e ibridi, il loro campionamento e monitoraggio e le soluzioni tecniche per neutralizzare le riproduzioni degli ibridi. 


Print Friendly and PDF

TAGS