Consiglio regionale Abruzzo, approvata la legge sulla fibromialgia

di Redazione | 23 Marzo 2021 @ 16:18 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’Assemblea legislativa abruzzese ha approvato all’unanimità dei presenti la legge dal titolo “Disposizioni in favore delle persone affette da fibromialgia”. Una norma che dopo aver vissuto una fase ampia di confronto nelle Commissioni consiliari è stata condivisa da maggioranza ed opposizione. La legge approvata istituisce il Registro regionale della fibromialgia per la raccolta e l’analisi dei dati clinici e sociali, al fine di rendere omogeneo e definito il percorso epidemiologico, inquadrare clinicamente le persone affette da tale patologia e rilevare le problematiche e le eventuali complicanze. La norma prevede, inoltre di promuovere la predisposizione, da parte del Comitato scientifico regionale, di linee guida per il percorso diagnostico – terapeutico multidisciplinare e individuare un centro di riferimento e di specializzazione regionale per coordinare il sistema integrato di prevenzione, diagnosi e cura della fibromialgia. In più si impegna la Giunta regionale a presentare, entro 2 anni dall’entrata in vigore della legge, un progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’eventuale partecipazione regionale alle spese previste per gli esami diagnostici e i trattamenti necessari a favore dei malati. Nella prima parte dei lavori d’Aula, l’assessore alla sanità, Nicoletta Verì, ha presentato al Consiglio regionale il piano della Regione Abruzzo per la “Campagna di vaccinazione anti Sars-Cov-2”. Sono state inoltre svolte tutte le interpellanze all’ordine del giorno, nello specifico: a firma Smargiassi “Grave situazione erosione costa vastese”; del consigliere Blasioli “Funzionalità operativa dell’Ospedale San Massimo di Penne; della consigliera Marcozzi “Campagna di screening di massa attraverso test antigenici rapidi. Chiarimenti urgenti”; del consigliere Paolucci “Gestione della pandemia Covid-19 all’Istituto Fondazione Santa Caterina di Francavilla al mare (CH)” e “Utilizzo farmaci a base di anticorpi monoclonali nelle strutture abruzzesi”; del consigliere Taglieri “Assunzione a tempo indeterminato di 2 unità di Dirigente Veterinario”. Sono state rinviate alla prossima seduta del Consiglio e nomine del Difensore Civico, del componente della Regione Abruzzo in seno al Consiglio di amministrazione della Deputazione Teatrale Teatro Marrucino di Chieti, e del rappresentante della Regione Abruzzo in seno all’Assemblea dei soci della Fondazione “ONLUS Santa Rita Fondazione Italiana delle Malattie Oncologiche, gastroenteriche, delle patologie Socio-sanitarie e delle Malattie rare ed emergenti”. 

 

FIBROMIALGIA, D’INCECCO (LEGA): “LEGGE APPROVATA, ADESSO ODG ALLA CAMERA “.

“Un traguardo importante raggiunto dalla Regione Abruzzo per la salute dei cittadini, infatti nella seduta consiliare di oggi è stato approvato all’unanimità il progetto di legge sulla fibromialgia ( la cd. malattia invisibile)“.

Lo dichiara Vincenzo D’Incecco ( Lega ), capogruppo e  firmatario dell’iniziativa insieme a Mario Quaglieri, presidente della Commissione Sanità, che scrive :
“Grazie alla concretezza della Lega si è dato il giusto riconoscimento amministrativo agli oltre due milioni di persone in Italia che sono affette da questa patologia invalidante che presenta aspetti autoimmuni e questo spiega perché colpisca maggiormente le donne. La legge prevede la costituzione di un centro di riferimento e specializzazione regionale per coordinare il sistema di prevenzione, diagnosi e cura della fibromialgia; l’istituzione di un registro regionale con cui monitorare, nei prossimi due anni, l’incidenza della fibromialgia in Abruzzo e la creazione di un comitato scientifico regionale, preposto a fornire le linee guida per il percorso diagnostico-terapeutico “ prosegue il capogruppo leghista “ Con il segretario regionale della Lega, on. Luigi D’Eramo, stiamo predisponendo un ordine del giorno alla Camera dei Deputati con cui si chiede al Ministro della Salute, Roberto Speranza, per accelerare il pieno riconoscimento da parte del Servizio Sanitario Nazionale affinchè sia inserita nella lista delle malattie che danno diritto ad esenzioni dato che, a fine 2020,la fibromialgia è stata posta in discussione  tra le proposte all’ordine del giorno della Commissione Lea ( livelli essenziali di assistenza ) “ conclude D’Incecco.

Print Friendly and PDF

TAGS