Consiglio comunale, via libera alla variazione da 28 milioni

di Alessio Ludovici | 30 Novembre 2023 @ 06:00 | POLITICA
consiglio comunale
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Seduta del consiglio comunale aquilano ieri per il via libera alla variazione di bilancio, la sesta dell’anno, da 28 milioni di euro la ‘manovra’. Nuovi finanziamenti, proveniente da risorse Pnrr ma non solo, alla base dell’intervento.

Dieci milioni di euro circa andranno a finanziarie i progetti di carattere culturale ammessi ai sostegni del fondo complementare. Si tratta dei Cantieri dell’Immaginario, della casa museo della Perdonanza, dell’Evento celestiniano (in particolare per il maggior coinvolgimento dei Comuni che ospitano il passaggio del Fuoco del Morrone) e dell’intervento “Terre della luna”, finalizzato all’incentivazione del turismo lento ed esperienziale attraverso la riqualificazione dell’ex edificio scolastico di Menzano di Preturo.

I contributi ministeriali, invece, andranno a finanziarie la scuola dell’infanzia e primaria di Pianola, del nuovo polo scolastico di Collemaggio e della scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri di Paganica. Più di otto milioni e mezzo di euro sono stati inseriti in bilancio con la variazione odierna per il potenziamento del polo di attrazione turistica del Gran Sasso.

“Soddisfazione” per il voto dell’Aula è stato espresso dall’assessore alle Politiche economiche, finanziarie e di bilancio, il vicesindaco Raffaele Daniele. “Oggi – ha spiegato – sono formalmente confluiti nel bilancio 2023-2025 delle corpose risorse che l’amministrazione investirà in progetti strategici e comunque di interesse per lo sviluppo dell’Aquila”.

A favore della delibera hanno votato 18 consiglieri (gruppi Fdi, Lega, Fi, Civici e Indipendenti per Biondi-L’Aquila al centro, L’Aquila Futura), 9 i voti contrari (Pd, 99 L’Aquila, L’Aquila Nuova, L’Aquila Coraggiosa, Il Passo possibile, Azione con Calenda).

All’unanimità, invece, è stato approvato lo schema di convenzione per il servizio di tesoreria comunale, mentre è stato respinto un ordine del giorno del consigliere Paolo Romano (L’Aquila Nuova), frutto della trasformazione di un emendamento alla sesta variazione di bilancio, che prevedeva lo stanziamento di 25mila euro per la realizzazione di un attraversamento pedonale ad Onna, dal sottopasso in direzione della frazione.

“Tante chiacchiere e zero fatti” il commento di Romano e Rotellini. “Avevamo depositato un emendamento su interventi circa sicurezza stradale della frazione; interventi richiesti dai residenti, condivisi con la maggioranza e avvalorati da riunioni con gli uffici e sopralluoghi che ne accertassero la fattibilità. Si trattava di 25mila euro di lavori, una inezia per un bilancio che vanta oltre 800mila euro di avanzo disponibile.”

“D’accordo con il presidente Santangelo – hanno spiegato – abbiamo trasformato l’emendamento in un ordine del giorno per poter avviare una discussione aperta e franca. E invece abbiamo assistito a un’ora di pretestuosità a cascata sulla necessità di un piano globale di sicurezza stradale – che richiediamo da quasi tre anni e che viene costantemente ostacolato – ma anche di ulteriori verifiche da fare con gli uffici. Mentre sul bilancio in discussione – 28 milioni da approvare in seduta – si è registrato il vuoto tra gli interventi della maggioranza, per votare contro Onna sono intervenuti tutti, una giaculatoria infinita per tentare di giustificare l’ingiustificabile. Eppure l’opposizione non si è mai fatta alcun problema nel votare a favore ordini del giorno della maggioranza che avrebbero risolto problemi alla cittadinanza; lo abbiamo sempre fatto.”


Print Friendly and PDF

TAGS