Consiglio comunale, via libera al regolamento per i matrimoni e le unioni civili

di Redazione | 07 Febbraio 2022 @ 17:33 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il Consiglio comunale dell’Aquila ha approvato stamani il regolamento per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili. Il disciplinare introduce delle novità rispetto al passato, illustrate dall’assessore ai Servizi demografici, Carla Mannetti. Una riguarda l’ampliamento del numero dei luoghi che acquisiscono lo status di casa comunale per queste celebrazioni. Oltre alle sedi del settore Servizi demografici e Politiche di genere di via Roma, matrimoni e unioni civili possono essere celebrati anche nella sala del Consiglio comunale e nelle sedi delle delegazioni, nella sala civica di Paganica, nell’oratorio del Palazzetto dei Nobili, nell’Auditorium del Parco del Castello, nell’Amphisculpture di Beverly Pepper al Parco del Sole, davanti alla Fontana delle 99 Cannelle, a viale delle Medaglie d’Oro (Parco del Castello), all’anfiteatro di Amiternum (in seguito alla regolamentazione del rapporto con il ministero della Cultura), all’Emiciclo (in seguito alla regolamentazione del rapporto con la Consiglio regionale d’Abruzzo), nella sala e nel foyer del Teatro comunale successivamente al ripristino dell’agibilità. Altri luoghi potranno essere individuati con deliberazione della Giunta comunale.

Il regolamento prevede inoltre, tra l’altro, i giorni in cui matrimoni e unioni non possono essere tenuti. Oltre alle principali festività, le celebrazioni civili non si svolgeranno, ad esempio, il 2 febbraio e il 6 aprile, ricorrenze dei terremoti del 1703 e del 2009, nei giorni delle festività di patroni e compatroni dell’Aquila e in occasione delle consultazioni elettorali e referendarie.

Approvata successivamente una variante al masterplan di Paganica. La deliberazione, come ha ricordato l’assessore all’Urbanistica, Daniele Ferella, illustrando il provvedimento, consentirà la realizzazione del nuovo polo scolastico e sportivo della frazione, con la costruzione della nuova scuola media e la riorganizzazione dell’area degli impianti sportivi.

Il Consiglio ha inoltre dato il via libera stamani al rilascio di tre permessi costruire in deroga alle norme tecniche di attuazione del piano regolatore. Uno riguarda la demolizione e ricostruzione dell’aggregato relativo al consorzio “La Madonnina” a Tempera, ai sensi del piano di ricostruzione di questa frazione. E’ previsto l’arretramento dell’immobile da ricostruire, con cessione gratuita al Comune della porzione di terreno compresa tra la posizione nel nuovo immobile e il fronte stradale. Il secondo concerne invece la copertura di uno stabile in viale Giovanni XXIII e il terzo la demolizione e ricostruzione di un fabbricato che si trova all’angolo tra via Roma e piazza San Pietro, nel centro storico del capoluogo.


Print Friendly and PDF

TAGS