Conservatorio Casella, un concerto per la libertà e la pace in favore del popolo ucraino

di Redazione | 13 Aprile 2022 @ 15:23 | EVENTI
casella
Print Friendly and PDF

L’AQUILA –  Si terrà domani pomeriggio alle 17.30 presso l’Auditorium del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila il Concerto di solidarietà per la Libertà e la Pace in favore del popolo ucraino, organizzato dallo stesso Conservatorio aquilano, dai club Rotary, Rotary Gran Sasso e dall’ Archeoclub dell’Aquila.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina alla stampa e servirà a raccogliere fondi per acquistare materiale sanitario e medicale da inviare agli ospedali dell’Ucraina.

Protagonisti dell’evento il Barok Ensemble del Conservatorio diretto dal M° Sabatino Servillo con la partecipazione straordinaria di Marianna Volkova, giovane ucraina allieva di canto del Conservatorio, che eseguirà un canto tradizionale del suo Paese dal titolo “Cara madre mia” 

” Sono molto emozionata – ha dichiarato Marianna Volkova – ma sento che con la musica e con il canto, che è quello che so fare meglio, posso dare un aiuto concreto ai miei concittadini, ai miei familiari ed amici che sono rimasti in Ucraina. Voglio ringraziare il popolo italiano e gli aquilani in particolare per il grande aiuto che stiamo ricevendo”

Il Conservatorio Casella dell’Aquila si è attivato fin da subito per sostenere la popolazione ucraina con raccolte di viveri e fondo “In questi giorni – ha dichiarato il direttore del Conservatorio Claudio Di Massimantonio – stiamo lavorando per far arrivare alcuni giovani studenti di musica ucraini, due sono già all’Aquila, per gli altri stiamo interagendo con le ambasciate per farli arrivare al più presto e potergli offrire una continuità di formazione. Naturalmente non avranno nessun obbligo di pagamento di tasse e li aiuteremo anche ad riorganizzare la loro vita nella nostra città. Intanto domani abbiamo questo concerto che è un’iniziativa importante per dare un aiuto concreto ed immediato, dando spazio alle musica e ai nostri talenti”.

“Come Rotary L’Aquila – ha aggiunto il Presidente Antonio Di Stefano – abbiamo aderito subito a questa iniziativa che si aggiunge alle altre realizzate all’indomani dello scoppio di questa guerra, che ci hanno permesso di inviare strumentazioni medicali in Ucraina. In questi giorni abbiamo anche chiuso una raccolta farmaci per oltre cinquemila euro che sarà inviata al più presto in Ucraina”. Anche per la Presidente del Rotary Gran Sasso questo concerto è un ulteriore motivo di solidarietà ed aiuto concreto al popolo ucraino. 

“Stiamo facendo un importante lavoro – ha dichiarato Luisa di Laura – di sostegno concreto alle persone rimaste in quel Paese martoriato dalla guerra ma anche per le famiglie già presenti in città che stiamo sostenendo dando loro la possibilità di poter soddisfare bisogni primari come fare la spesa. Inoltre abbiamo deciso di dedicare il nostro Premio annuale alle eccellenze ucraine che hanno trovato accoglienza nel nostro territorio”.

 “Anche Archeoclub L’Aquila ha voluto aderire all’iniziativa che si svolgerà domani pomeriggio – ha concluso la presidente Maria Rita Acone – perché pensiamo che la cultura e l’arte siano il linguaggio più efficace per parlare di solidarietà, di libertà e pace. Tanto più efficace se questo significa dare un aiuto concreto e utile ad un popolo che da quasi due mesi sta subendo una guerra senza senso”.


Print Friendly and PDF

TAGS