Conservatorio Casella, dal 5 maggio i Concerti del giovedì

di Redazione | 03 Maggio 2022 @ 15:34 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA Riparte la stagione dei concerti del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila. Giovedì 5 maggio al via il programma dei Concerti del Giovedì, presso l’Auditorium del Conservatorio ( Via F. Savini 6 L’Aquila) alle ore 18:00, che si concluderà il 9 giugno 2022.

Si parte dopodomani con una novità e dando spazio al nuovo corso di musica tradizionale che proporrà lo spettacolo “Cantastorie a quattro corde Tamburi del Vesuvio Trio”. Un viaggio all’ombra del Vesuvio che vede molte contaminazioni al suo interno, come in fondo è giusto che sia per un luogo che nei secoli è stato non solo di partenza per altre terre, ma anche crocevia, snodo, perno di flussi di persone che parlavano lingue diverse, voci di tradizioni diverse. Il concerto, in un unico tempo, propone un repertorio che spazia dai brani della tradizione mediterranea a pezzi originali, anch’essi ispirati però alla stessa tradizione.

Si prosegue nelle settimane successive con proposte molto diverse tra loro.  La musica classica dei secoli XVII – XIV sarà protagonista il 12 maggio, con il Quartetto Telemann e il Quintetto Boccherini, e il 19 maggio con il Quintetto Mozart e il Trio Brahms. Il Concerto del 26 maggio, invece con il  Quintetto Ciancaglini/Orlando,  prevede un programma di Sestetti francesi di notevole importanza nel repertorio cameristico della prima metà del Novecento e “A Place of Stillness” una proposta di un jazz moderno caratterizzato da una forte idea ritmica e da temi di grande lirismo e raffinatezza armonica. Il Concerto di chiusura, il 9 giugno, saranno di scena il Duo Centone e il Duo Taddeo/Braconi che proporranno un repertorio vario che spazia da Felix Mendelssohn a Claude Debussy, Nicolò Paganini  ad Astor Piazzolla.

“Ritorna la stagione dei Concerti del Giovedì, appuntamento ormai consolidato per il Conservatorio – dichiara il direttore Claudio Di Massimantonio –  Come consuetudine i programmi di sala sono preceduti da prolusioni scritte dagli studenti dei corsi di storia a cui va il mio personale ringraziamento. Elemento di novità in questa edizione è l’inserimento in cartellone degli artisti del nuovo corso di Musiche Tradizionali che aprirà la prima serie della stagione”.


Print Friendly and PDF

TAGS