Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila laurea i primi professionisti in Musicoterapia

di Redazione | 21 Luglio 2020, @10:07 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Prime lauree in presenza per il corso di Musicoterapia del Conservatorio “A. Casella” dell’Aquila. 

Sabato scorso si sono laureati i primi professionisti in questa importante disciplina che unisce alle competenze musicali anche quelle sanitarie. La musicoterapia, infatti, è una modalità di approccio alla persona che utilizza la musica o il suono come strumento di comunicazione non-verbale, per intervenire a livello educativo, riabilitativo o terapeutico, in una varietà di condizioni patologiche e parafisiologiche. Con i primi laureati in questa disciplina, l’istituzione alta formazione musicale aquilana, segna un traguardo fondamentale per il riconoscimento del corso di Musicoterapia come diploma di II livello.

Fin dalla sua istituzione nel 2006, il Conservatorio, unitamente all’Università, ha sempre creduto nell’importanza della musicoterapia dotando il corso di un pool di insegnanti con provata competenza. L’Università dell’Aquila, da parte sua, con le facoltà di Medicina e Psicologia, ha fornito docenti di primo livello. La recente legge definisce che i titoli ottenuti al termine dei corsi biennali sperimentali per il conseguimento del diploma di specializzazione in musicoterapia, attivati dalle istituzioni ( art. 2 della legge 21 dicembre 1999, n. 508) e autorizzati dal Ministero dell’ Università e della ricerca, sono equipollenti, anche ai fini concorsuali, ai diplomi accademici di secondo livello rilasciati dalle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM). 

Sabato scorso state rilasciate le prime lauree in musicoterapia che hanno  inaugurato di fatto anche la normativa citata e, come detto, si sono svolte in presenza presso la sede del Conservatorio, nel rispetto del regolamento emanato sulle norme per il Covid.  In Italia, al momento, ci sono altri due Conservatori che hanno, da tempo, attivato la specializzazione in musicoterapia, ma quello dell’Aquila è unico nel suo genere in quanto si avvale della sinergia tra istituzione musicale ed Università.

“E’ un importante traguardo per il nostro Conservatorio  – ha dichiarato il Direttore Claudio Di Massimantonio – q a cui si è giunti grazie anche al lavoro dei miei predecessori e che, con questo corso, si conferma come istituzione all’avanguardia nell’alta formazione musicale e l’unica nel centro sud Italia ad offrire l’opportunità di un corso di Musicoterapia. Al riguardo – conclude – sono ancore aperte le iscrizioni per il prossimo anno accademico che scadranno il 16 settembre 2020″.


Print Friendly and PDF

TAGS