Condannato per aver spalleggiato l’amico durante violenza sessuale

di Redazione | 18 Febbraio 2022 @ 11:56 | LA LEGGE E LA DIFESA
Slata
Print Friendly and PDF

Uno degli argomenti caldi dell’anno che stiamo vivendo è indubbiamente la violenza, infatti già dal primo gennaio i media hanno coperto gli episodi che sono avvenuti durante la vigilia di capodanno. un punto debole della nostra civiltà che emerge anche online, persino nel Metaverso, recente il caso della ragazza che è stata molestata 3 volte in un minuto durante il suo lavoro da tester.  
Un passo avanti che viene fatto dalla corte è la condanna di 4 anni per un uomo che, nel compartecipare ad una violenza, ha fatto il “palo” facendo attenzione che nessuno vedesse l’abuso. La pena non è stata rivista – come chiesto dalla difesa – dalla Corte d’Appello di Perugia per “aver concorso, facendo da palo all’autore principale, nella condotta di questi al palpeggiamento dei seni di una donna“. 

L’uomo, affermando di non essere stato visto e/o riconosciuto dalla donna, chiedeva che non essendo un autore materiale del reato non venisse perseguito. Una ricostruzione che però ha presentato colpi di scena, portando l’uomo ad una sentenza tanto ardua, quanto – secondo il processo – meritata. Infatti, secondo il codice penale è correo nella violenza anche chi non partecipa materialmente ad essa.
Infatti, l’articolo del codice penale riguardo la violenza sessuale di gruppo afferma che: 

(1)La violenza sessuale di gruppo consiste nella partecipazione, da parte di più persone riunite(2), ad atti di violenza sessuale di cui all’articolo 609 bis(3).
Chiunque commette atti di violenza sessuale di gruppo è punito con la reclusione da otto a quattordici anni(4) .
Si applicano le circostanze aggravanti previste dall’articolo 609 ter.
La pena è diminuita per il partecipante la cui opera abbia avuto minima importanza nella preparazione o nella esecuzione del reato(5). La pena è altresì diminuita per chi sia stato determinato a commettere il reato quando concorrono le condizioni stabilite dai numeri 3) e 4) del primo comma e dal terzo comma dell’articolo 112.

 


Print Friendly and PDF

TAGS