Condanna Lombardo: avvocato Calderoni precisa essere il difensore

di Redazione | 19 Agosto 2020, @02:08 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – In riferimento all’articolo pubblicato ieri da L’AquilaBlog dal titolo Artigianservice L’Aquila: “spregiudicatezza” nella motivazione della sentenza di condanna di Lombardo e Fulvi per bancarotta fraudolenta, riceviamo e pubblichiamo la precisazione dell’avvocato di Luigi Lombardo, Vincenzo Calderoni.

***

Quale difensore di Luigi LOMBARDO nell’ambito del processo num. 1430/2016 RGNR, esistato nella sentenza di condanna num. 579/2019 per il reato di bancarotta fraudolenta, chiedo di poter precisare che in realtà il Dr. Luigi Lombardo non era difeso dall’avv. d’ufficio Manuela Gasbarro, in quanto agli atti del processo risulta depositata regolare nomina fiduciaria; detta nomina è stata depositata il giorno 12 ottobre 2017 presso la Procura della Repubblica ed il giorno 16 ottobre 2017 presso il Tribunale di L’Aquila

Quanto affermato risulta per tabulas dallìallegata copia conforme della nomina in atti, rilasciata da funzionaria in servizio presso la cancelleria del Tribunale in data 10 agosto 2020; la conformità è attestata in riferimento ad esemplare in atti.

Il giudice procedente, per ragioni non note, non ha tenuto conto della nomina regolarmente depositata sicchè, nel decreto di citazione a giudizio datato 15 gennaio 2018, nonostante la nomina già in atti, viene designato l’Avv. Manuela Gasbarro quale difensore d’ufficio dell’imputato.

In virtù di tale circostanza, allo scrivente difensore non è stata inoltrata alcuna comunicazione ed il processo si è svolto interamente in assenza del difensore ritualmente e tempestivamente nominato dall’Imputato.

Così come, stando a quanto ricorda il Dr. Lombardo, nessuna comunicazione gli è stata recapitata dopo l’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

In queste condizioni far valere le ragioni della Difesa è stato impossibile.
In ogni caso la sentenza è stata appellata dal coimputato Pio Fulvi.
Dopo essere venuto a conoscenza della sentenza, in data 13 agosto 2020, ho

depositato istanza di sospensione dell’esecutività della sentenza medesima ed istanza di remissione in termini per l’appello.

Il Tribunale di L’Aquila, quale giudice dell’esecuzione, saprà decidere secondo Giustizia.

Ho tenuto ad inviare la precisazione in quanto il Vs. articolo riferisce un dato incolpevolmente inesatto: Lombardo non era difeso dal difensore nominato dall’Ufficio, bensì da un suo fiduciario. Ciò è vero, nonostante il Tribunale non abbia tenuto conto della nomina in atti.

Ho tenuto, inoltre, a riferire fatti documentalmente provati e mi astengo da qualsiasi considerazione o commento ulteriore poichè la vicenda è sub iudice. A tale proposito alle la nomina con relativa attestazione di conformità.

Con il Dr. Luigi Lombardo, Ringraziamo per lo spazio che vorrete dare a questa nostra precisazione ed inviamo i nostri migliori saluti

Avv. Vincenzo Calderoni


Print Friendly and PDF

TAGS