Con un cuore di Padre. San Giuseppe – Meditazioni e preghiere

Un libro di don Luigi Maria Epicoco, nel mese dedicato a San Giuseppe

di don Daniele Pinton | 26 Febbraio 2021 @ 16:49 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Esce nei prossimi giorni, nel pieno dell’anno dedicato a San Giuseppe, una pubblicazione di Don Luigi Maria Epicoco, Direttore dell’ISSR ‘Fides et Ratio’ di L’Aquila, dal titolo ‘Con un cuore di Padre. San Giuseppe -Meditazioni e preghiere’ edito dalla casa editrice San Paolo, in distribuzione in tutte le librerie presenti anche nel territorio aquilano.

Non a caso, l’uscita è prevista per il 1 marzo 2021, infatti in quel giorno, pur essendo nel tempo di Quaresima, inizierà un mese dedicato alla figura di S. Giuseppe, Sposo della Beata Vergine Maria, che in questo anno assume un significato particolare.

Infatti, Papa Francesco in occasione del centocinquantesimo anniversario della dichiarazione di S. Giuseppe, quale Patrono della Chiesa Universale, fatta da Pio IX, l’8 dicembre 1870, ha donato alla Chiesa, la Lettera apostolica “Patris Corde” (“Con cuore di Padre”).

Il Santo Padre, si inserisce in un percorso già tracciato nel passato da alcuni suoi predecessori, che hanno dedicato parte del loro magistero petrino alla figura del padre putativo del Signore, con un ruolo centrare nella storia della Salvezza, dei quali possiamo ricordare il sopra citato Pio IX che lo ha dichiarato ‘Patrono della Chiesa Cattolica’, Pio XII che lo ha presentato quale ‘Patrono dei lavoratori’, istituendo un apposita festa liturgica il 1 maggio, San Giovanni Paolo II, che lo ha indicato come ‘custode del Redentore e Benedetto XVI, che riprendendo un’iniziativa voluta da San Giovanni XXIII, di inerirlo nel Canone Romano, dopo la preghiera di intercessione alla Madre di Dio, ma poi omessa con il Messale Romano del 1970, lo ha fatto reinserire in tutte le anafore eucaristiche occidentali.

Nella Lettera apostolica Patris Corde, ci viene offerta l’occasione, di comprendere come San Giuseppe, presentato dai Vangeli, come padre amato, tenero e obbediente,  padre accogliente della volontà di Dio e del prossimo, padre coraggioso e creativo, esempio di amore per Chiesa e poveri, padre che insegna valore, dignità e gioia del lavoro, padre nell’ombra, decentrato per amore di Maria e Gesù, è l’uomo “servo” indispensabile alla storia della salvezza, un uomo, sposo, padre, lavoratore, credente nella modalità più serena e più ricca ma anche più responsabile, che offre risposte al centro delle quali regna l’obbedienza, l’amore al sacrificio e la responsabilità di non svicolare di fronte alle fatiche, che è anche il riferimento al suo essere custode di una famiglia esule costretta ad abbandonare la propria terra per salvare il Bambino dalla stupida vanità di un potente.

E nel volume di Don Luigi Maria Epicoco, che è articolato in quattro parti, troviamo una meditazione quotidiana per ogni giorno del mese di marzo, dedicato alla figura di S. Giuseppe, in cui si potrà trovare anche uno spazio specifico, dedicato alla novena in onore di S. Giuseppe; nella seconda parte, troviamo il testo completo della Lettera apostolica Patris corde, con cui papa Francesco ha indetto l’anno dedicato a S. Giuseppe e in cui riflette sulla sua figura, in occasione del 150’ anniversario della sua proclamazione a patrono della Chiesa cattolica; nella terza parte, don Epicoco ripropone il testo di una preghiera a S. Giuseppe, scritta da don Tonino Bello, vescovo di Molfetta, morto nel 1993 e per il quale la Congregazione per le Cause dei Santi ha avviato il processo di beatificazione, nella qual preghiera il Vescovo Tonino Bello, attualizza la figura di Giuseppe e ci mette di fronte alla nostra responsabilità dinnanzi al creato e agli altri. Infine, la pubblicazione si conclude con alcune preghiere che aiutano a trasformare la meditazione personale in orazione. 

E’ infine, utile ricordare, come anche nel territorio dell’Arcidiocesi dell’Aquila, la devozione a San Giuseppe, si sia rafforzata nel post-sisma, con la riapertura della Chiesa di S. Giuseppe Artigiano, in Via Sassa, elevata a basilica  minore pontificia proprio da Papa Francesco nel 2014, sede della Parrocchia Universitaria, a cui è collegato con ingresso da via Roio, l’Oratorio di S. Giuseppe, nel quale nell’altare maggiore è collocato, in una ‘gloria’ di recente realizzazione dell’artista Emanuele Cordella, il quadro del Castissimo Cuore di S. Giuseppe, opera dell’artista Giovanni Gasparro, portata in copia in più parti del mondo, dai membri della Fraternità, passati dall’esperienza di condivisione di fede, nel percorso della pastorale universitaria aquilana degli ultimi dieci anni.

Don Luigi Maria Epicoco, introducendo il libro afferma che

Quest’anno offre l’occasione per ciascuno di fare memoria su una delle figure più importanti nell’avvenimento della redenzione: figura di cui i Vangeli dicono pochissime ma estremamente significative cose, ricordandolo come lo sposo che accoglie Maria e il figlio, che a loro provvede, che tiene sempre il cuore aperto a ogni parola che gli viene dall’Alto. In questo senso, san Giuseppe è figura di credente a cui fare riferimento per ciascuno, proprio nelle grandi e fondamentali scelte della vita.

 


Print Friendly and PDF

TAGS