Compie un anno ‘La Dama di Capestrano’

di Michela Santoro | 19 Giugno 2023 @ 05:00 | EVENTI
La Dama di Capestrano
Print Friendly and PDF

CAPESTRANO – Compie un anno ‘La Dama di Capestrano’.  Nata come un presidio etico è diventata presto un presidio culturale che, dall’inizio della sua attività, ha già accolto tante mostre ed eventi. 

Parliamo della Dama di Capestrano, uno spazio multidisciplinare gestito da Simonetta Caruso e Letizia Perticarini.

Ieri l’inaugurazione del decimo evento dall’inizio dell’anno, ovvero della mostra della prestigiosa artista Meredith McNeal ‘ Brooklyn Thing e altri dipinti’ oggetti magici e pop poetici dell’artista americana. 

Caffettiere, mattonelle, tostapane, un sacchetto di peperoncino, vasi, piatti, una saponetta, il tubo corrugato di una doccia, tutti oggetti che abitualmente usiamo automaticamente e che diventano magici nel momento stesso in cui l’artista, posando l’attenzione su di loro, ci induce a considerarli come fondamentali del nostro quotidiano.

Particolari profondi nella loro semplicità, poetici. Oggetti che ci  catapultano nell’abbraccio della casa, ci restituiscono l’infanzia o il ricordo di un viaggio, che ci ricordano chi siamo e cosa facciamo.

Tanti piccoli tasselli di un quotidiano in divenire che è la nostra stessa vita. 

E allora ci si sente subito a proprio agio nei colori e negli ambienti che si aprono guardando ogni singolo dipinto, nel profumo che sprigionano e nella loro potente forza evocativa. 

“Quando ho iniziato a disegnare gli oggetti magici – ha dichiarato l’artista in collegamento da Brooklyn – stavo lavorando su un progetto completamente diverso. Mi trovavo a Roma, nella residenza per artisti dell’Accademia d’ Arte Americana.

La prima cosa che mi balzò agli occhi fu la dimensione della tazzina del caffè e mi venne spontaneo paragonarla a quelle americane che sono enormi rispetto a quelle italiane. Da quel momento iniziai a guardare le cose in maniera differente. È partito tutto da lì”.

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS