Comdata L’Aquila, confronto interlocutorio in commissione di Garanzia

di Alessio Ludovici | 04 Maggio 2021 @ 06:00 | POLITICA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Ieri seduta della quinta commissione del Consiglio Comunale, la Garanzia e Controllo, per affrontare la questione del call center Comdata all’Aquila. A dialogare con i commissari, Venanzio Cretarola, segretario regionale Ugl Telecomunicazioni e altre sigle sindacali. Presente anche l’azienda.

Era stato proprio Cretarola a chiedere un’audizione per “avere per avere chiarezza e trasparenza sull’autorizzazione all’insediamento dell’attività concessa dagli uffici competenti del Comune nonostante la contrarietà della società Arap della Regione, gestore dell’area industriale in cui è localizzata la sede e titolare del potere di autorizzazione”.

Una relazione sulla situazione l’ha fatta Paolo Romano, Italia Viva che sulla vicenda aveva già presentato un’interrogazione in Consiglio comunale lo scorso dicembre. Il sito, infatti, dove sono impiegati 540 operatori di Comdata per gestire il contact center dell’Inps, è da tempo al centro di alcune preoccupazioni che riguardano anche la sicurezza della sede. Problemi che sarebbero alla base della contrarietà dell’Arap, l’ente gestore del nucleo industriale. Sulla questione il Comune ha risposto che per quanto riguarda i profili di propria competenza l’insediamento è regolarmente autorizzato, e ieri per l’amministrazione attiva non c’era nessuno. 

Ad oggi, ha ribadito ancora Cretarola, la questione dell’Arap rimane ancora sospesa e questo preoccupa anche in funzione del futuro dei lavoratori e della partita con l’Inps. 

Ugl Telecomunicazioni continua a chiedere chiarezza e trasparenza sulle procedure di autorizzazione della sede del Contact Center Inps di Comdata a L’Aquila che ha iniziato l’attività il 2 dicembre 2019.

Ieri l’azienda, pur presente all’audizione, non ha voluto chiarire la sua posizione. Cretarola ha chiarito che la sua battaglia non è contro l’azienda ma a tutela della stessa. Per quanto riguarda il Comune era presente solo il dirigente Evangelisti che ha promesso un incontro con i sindacati questa mattina per ricostruire ancora una volta la vicenda e capire come mettere in sicurezza il dossier e salvaguardare l’attività da eventuali problemi futuri. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS