‘Coloriamoci di pace’, a Paganica riflessioni contro la guerra

Incontro con giornalisti, volontari, parroci, insegnanti e testimoni ucraini della guerra domani alle 15,30 al centro parrocchiale di San Giustino

di Redazione | 02 Aprile 2022 @ 08:36 | ATTUALITA'
coloriamoci di pace
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Domani, domenica 3 aprile, alle 15,30 nella sala del centro parrocchiale “San Giustino” (Via del Cardinale 4), si terrà un pomeriggio di riflessione e di testimonianze, prima tappa di un percorso di approfondimento sul tema della Pace, della solidarietà, dell’accoglienza umanitaria, operando in modo sinergico e condiviso, perché su questi valori universali cresca una cultura di Pace che diventi patrimonio della comunità.

In risposta all’invito di Papa Francesco la parrocchia di Paganica sta seguendo dallo scorso dicembre un cammino sinodale per riflettere sulla sua presenza di vita cristiana nella società, su come interpretare al meglio “il segno dei tempi” che viviamo e di come mettersi nel miglior modo al servizio della comunità, testimoniando in autenticità il messaggio evangelico. Tra i temi più significativi che hanno richiamato l’attenzione dei gruppi di lavoro c’è stata la drammatica situazione delle tensioni tra Russia e Ucraina. Si è quindi organizzato un progetto “Coloriamoci di Pace”, con la collaborazione di tutte le associazioni di Paganica e le scuole del territorio, con attività e testimonianze per richiamare i valori della Pace e del dialogo tra popoli e culture, colorando tutto il paese con segni di pace e bandiere arcobaleno, mentre nel frattempo iniziava l’invasione con devastanti bombardamenti sulle città ucraine ad opera delle armate di Putin, che hanno provocato migliaia di vittime civili e oltre 4 milioni di profughi.

Hanno risposto all’appello tutte le associazioni di Paganica: Asbuc Paganica-San Gregorio, Gruppo Alpini “Mario Rossi”, Caritas Parrocchiale, Centro Sociale Anziani, Vas Paganica, Comitato pro Santuario d’Appari, Coro della Portella, Banda di Paganica, Associazione Koinonia, Il Moro Calcio Paganica, Polisportiva Paganica Rugby, Il Moro Volley Paganica, Ludobus Ri.Scossa, Sci Club Paganica, Salviamo Paganica Onlus, Gruppo Sciatori Gran Sasso d’Italia, Associazione Culturale La Fenice. Le realtà associative culturali, sociali e sportive hanno coinvolto tutti i loro aderenti nella condivisione diffusione del progetto.

Le scuole primarie (elementare e media) hanno interessato gli alunni in impegni di riflessione con elaborati scritti e grafici. Il progetto è ispirato dall’art. 11 della Costituzione:

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali…” e su quanto Papa Francesco ha scritto nella recente enciclica “Fratelli tutti”: “Ogni guerra lascia il mondo peggiore di come l’ha trovato. La guerra è un fallimento della politica e dell’umanità, una resa vergognosa, una sconfitta di fronte alle forze del male…”.

All’incontro pubblico, moderato dal giornalista e scrittore Goffredo Palmerini, interverranno:

don Dionisio Rodriguez – Parroco di Paganica; 

Angela Babicenco (Moldavia) – La guerra in Ucraina e il dramma dei profughi.

Ci sarà la testimonianza di una famiglia ucraina fuggita dalla guerra.

Sara Di Girolamo & Carmen Verde – Insegnanti scuola primaria Paganica.

“La Pace vista dai bambini” – presentazione dei lavori realizzati dagli alunni delle scuole di Paganica.

Gino Milano – Vicepresidente Csv Abruzzo.

“Ricostruire la pace tra le persone” – L’esperienza dell’Associazione Rindertimi.

MARIA VITTORIA DE MATTEIS – Giornalista Rai, autrice e scrittrice – “RAI per il sociale”.

“Uomini giusti in tempo di guerra” – L’aiuto agli Ebrei perseguitati dal nazifascismo.

 

SARA DEL SOLE e CARLO FIORENZA – Ludobus Ri.scossa.

“La Pace è mettersi in…gioco” – L’esperienza dell’Associazione Koinonia

 

CORO DELLA PORTELLA – direttore Vincenzo Vivio.

“Note di Pace” – Intermezzo musicale.

 

A margine dell’evento sarà presentato il volume “Forte e Gentile, itinerari abruzzesi di libertà”

di Maria Vittoria De Matteis (Ed. Arcobalena, 2019).


Print Friendly and PDF

TAGS