Collemaggio un anno dopo: ancora un cimitero di elettrodomestici

di Alessio Ludovici | 07 Aprile 2021 @ 06:00 | AMBIENTE
discarica a collemaggio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Niente da fare. E’ passato quasi un anno dal servizio di Matilde Albani, sulla discarica nei pressi della vecchia “Villa Rosa”, una pionieristica casa famiglia del vecchio Ospedale Psichiatrico di Collemaggio. Scriveva L’Aquila Blog lo scorso maggio: “Negli anni la struttura è diventata terra di nessuno e non si può certo dare la colpa al terremoto. Un enorme cassonetto dove c’è di tutto, dagli oli esausti, ai vecchi pneumatici e documenti oramai illeggibili. Tabaccai e agenzie di scommesse ci svuotano tagliandini del lotto, gratta e vinci e bollettini di scommesse. Poi ci sono le ditte edili che lasciano i resti delle giornate di lavoro. Materassi e sanitari in mezzo alla vegetazione cresciuta ovunque per non parlare delle siringhe. E poi ancora termosifoni, scatoloni con libri marci e vestiario tra la puzza e il silenzio interrotto dal rumore delle finestre che sbattono sui muri.” 

Non è cambiato niente a Collemaggio. Gli edifici qui sono tutti in balia dei passanti, sono evidenti i segni di presenza in tutti gli edifici abbandonati dell’ex opg così come all’ex Accademia dell’Immagine o alla torre eburnea. L’area ha un notevole pregio naturalistico e ci sono anche dei servizi attivi, da uffici Asl al centro di riabilitazione fisica fino al canile. Non può essere certo il ritardo nella ricostruzione, a maggior ragione a dodici anni dal sisma, a giustificare il degrado e addirittura l’utilizzo quale discarica. 

Intanto Plastic Free, una onlus nazionale che raccoglie migliaia di volontari vorrebbe dedicare il suo prossimo evento aquilano, il 18 aprile, a ripulire l’area dell’ex ospedale psichiatrico da carte, plastiche ecc. Un nuovo segnale di attenzione che, forse, potrebbe generarne altri. La Asl ha avviato gli iter delle gare di appalto di due degli edifici del parco. Il Comune da parte sua, lo scorso Febbraio, ha firmato un’intesa con Cassa Depositi e Prestiti per una consulenza per la realizzazione del polo scolastico di Collemaggio.


Print Friendly and PDF

TAGS