Basilica di Collemaggio, inaugurata la nuova gradinata. Biondi: “Valorizzata la porta Santa”

di Alessio Ludovici | 19 Agosto 2022 @ 13:27 | PERDONANZA
collemaggio
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Per valorizzare la porta Santa e rendere più funzionale l’area durante la Perdonanza ma non solo. Questo in sintesi il senso dell’intervento a Collemaggio, presentato questa mattina in occasione della riconsegna del cantiere. La nuova, e discussissima, gradinata sorge al posto di una vecchia scarpata. Il terrapieno che sosteneva il muro dell’ex Opg è stato sostituto da un’opera di ingegneria naturalistica, i cosiddetti gabbioni, ricoperti da eleganti sedute in un materiale simili al legno e da esso derivato. E’ stata rimessa mano anche al verde intorno alla gradinata, accessibile ai disabili, e infine è stata infrastruttura tutta l’area, anche il prato di Collemaggio, con un sistema di cavi predisposti per eventi, stampa, ecc. Un lascito anche per il futuro ma che la visita del papa ha reso urgente e i fondi del Pnrr, un milione di euro, possibile. A curare i lavori la Rossi Restauri, oggi presente con la sua patron, visibilmente emozionata che, dicono, nelle ultime settimane ha portato tanti operai da cantieri di tutta italia per terminare l’opera. Progettazione e direzione dei lavori, invece, di marca aquilana, con l’ingegnere Federico D’Ascanio e l’architetto Marina Aquilio. Visibilmente soddisfatti anche il sindaco Pierluigi Biondi e il vicesindaco Raffaele Daniele che, insieme ai rappresentanti della Curia, hanno simbolicamente chiuso il cantiere oggi. Lavori a tempo di record, probabilmente – ha specificato lo stesso sindaco – la prima opera conclusa in Italia realizzata con fondi del Pnrr o del Fondo complementare del Pnrr.

In realtà ci sono ancora piccoli passaggi amministrativi da fare e in ogni caso, per quest’anno, l’area rimarrà chiusa, per preservarla da eventuali atti di vandalismo o incidenti, fino al 28 agosto, giorno della visita del Papa. Quel giorno e per quest’anno sarà soprattutto tribuna stampa, prima costretta ad assiepersi sulla scarpata per seguire l’apertura. Nei prossimi anni sarà a disposizioni di tutti con 500 posti a sedere. Da concludere, inoltre, alcune lavorazioni: la vecchia strada infatti sarà ripavimentata in porfido dopo la Perdonanza così come sarà rimesso a nuovo il prato oggi occupato dal palco per il Papa per una parte e che per la restante parte sarà ricoperto da una pavimentazione provvisoria per l’Agenlus del Papa e gli eventi della Perdonanza 2022.


Print Friendly and PDF

TAGS