CNA, D’Agostino: “Imprenditrici meno penalizzate nelle micro imprese”

di Redazione | 07 Marzo 2022 @ 13:56 | AMMINISTRAZIONE E FISCO
meno
Print Friendly and PDF

PESCARA  –  Una riflessione della presidente di CNA Impresa Donna Abruzzo, Linda D’Agostino, riguardo i settori in cui le donne sono meno penalizzate.

“Ma come incide la presenza delle donne nel mondo delle imprese abruzzesi guardando alla loro dimensione? Dove le donne imprenditrici sono meno penalizzate? Se guardiamo ancora allo studio nazionale della CNA – riflette Linda D’Agostino, presidente di CNA Impresa Donna Abruzzo – va sottolineato, ad esempio sono il profilo retributivo, che i tradizionali squilibri che penalizzano sul lavoro le donne diminuiscono in modo molto considerevole quando si riduce la dimensione d’impresa. Dati alla mano, la retribuzione oraria maschile supera quella femminile di 17,1 punti percentuali nelle grandi imprese, ma nelle micro imprese questo differenziale retributivo si assottiglia notevolmente fin quasi a sparire, visto che rest sotto i due punti percentuali”.  Ma gli aspetti “virtuosi” del mondo delle micro imprese per le donne imprenditrici non si fermano qui: “Non è solo questione di gap retributivo. Se guardiamo anche all’occupazione, saltano fuori altre considerazioni positive: se infatti le lavoratrici rappresentano il 40,5% dell’occupazione totale delle imprese nel settore privato, questa quota risulta molto più elevata nelle micro-imprese da zero e nove addetti, dove supera i 47 punti percentuali”. In conclusione, per Linda D’Agostino “è dunque evidente come nelle imprese più piccole l’aspetto relazionale tra lavoratori e datori di lavoro sia fondamentale: la conoscenza diretta, facilitata proprio dalla piccola dimensione aziendale, consenta una valutazione legata al merito, all’efficienza e non è influenzata da pregiudizi di alcun tipo”

meno


Print Friendly and PDF

TAGS