Clima, gli studenti dell’Aquila chiedono azioni concrete

di Redazione | 23 Settembre 2022 @ 08:56 | AMBIENTE
clima
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Negli ultimi mesi abbiamo assistito l’emergenza climatica sia state ignorata dalla politica che ha continuato a preferire gli investimenti sul fossile a quelli sulle energie rinnovabili, continuando a ritardare il processo di transizione energetica ormai necessario”. A scriverlo è ‘L’unione degli studenti’ dell’Aquila. 

Per questa ragione come Unione degli Studenti L’Aquila aderiamo allo sciopero del 23 settembre attraverso striscionate davanti tutte le scuole della città. Siamo stanch3 di non essere ascoltat3, di vedere i nostri territori sfruttati, di stare in scuole che avviano sempre più spesso progetti e percorsi di alternanza scuola-lavoro con aziende inquinanti. Siamo stanch3 di dover subire le decisioni di una classe dirigente che mai si è interessata dei problemi della componente studentesca. È il caso del Liceo Musicale, spostato dal MUSP (in virtù del fatto di essere “proprietà” dell’ ITIS Amedeo D’aosta) presso Collesapone in un’altra sede precaria: quella della Scuola Elementare Mariele Ventre, che già aveva ospitato negli anni passati altri indirizzi del Cotugno. In questo caso il problema degli spazi è, però, stato sostituito dal problema dei trasporti. L3 student3 rimangono isolat3 dal resto della componente studentesca dell’Istituto Cotugno vivendo sulla loro pelle le mancanze del trasporto pubblico. I collegamenti urbani e extraurbani, essendo l’unico liceo musicale nella provincia, sono insufficienti e costringono l3 student3 a dover sacrificare la propria formazione perché impossibilitat3 ad arrivare alla sede.

Dorian, studente del Musicale racconta:

“Ho la fortuna di vivere vicino al Terminal ma ho comunque un solo autobus che mi porti a scuola, anche in ritardo. Da lì non ho la possibilità di arrivare in tempo alle mie lezioni al Conservatorio o di tornare a casa per pranzo per poter tornare e fare i rientri”. Rivendichiamo trasporti pubblici, efficienti, gratuiti ed ecologici per una scuola e una città a misura di student3. Nelle piazze di tutta Italia porteremo avanti le nostre rivendicazioni per scuole e università in lotta per la giustizia climatica. Ripartiamo dall’educazione ambientale, dalle comunità energetiche e dall’efficientamento energetico dei luoghi della formazione. I luoghi del sapere devono salvare il futuro.  


Print Friendly and PDF

TAGS