Città di Persone a Marsilio, “Non escludere L’Aquila dalla mobilità su rotaia”

di Redazione | 04 Marzo 2020, @06:03 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’associazione Città di Persone ha scritto al presidente della Regione Marco Marsilio per chiedere “un intervento immediato per non escludere dal ragionamento complessivo della mobilità su rotaia della Regione Abruzzo il capoluogo della regione ed il suo territorio”.

Ieri infatti è stato firmato un protocollo tra Regione Lazio, Regione Abruzzo, Ministero dei trasporti e Rete ferroviaria italiana per la costituzione di un gruppo di lavoro per il potenziamento della linea ferroviaria Roma-Pescara.

“Riteniamo non si possa portare avanti una progettazione che isoli l’efficientamento delle linee che interessano L’Aquila e le possibili soluzioni per connettere veramente l’intero Abruzzo al resto d’Italia”, dice Città di Persone, associazione nata dalla volontà di residenti, liberi professionisti, commercianti ed imprenditori aquilani di contribuire alla ricostruzione immateriale e allo sviluppo della città dell’Aquila, su iniziativa di Roberta Gargano, Ugo Mastropietro, Antonio Durantini, Marco Valloni.

“Lo sforzo che lo Stato Italiano ha compiuto per la ricostruzione post sisma, la riattivazione in tempo record degli uffici regionali, degli uffici giudiziari e delle amministrazioni periferiche dello Stato, la ricostruzione e la nuova costruzione di musei e luoghi di cultura di interesse nazionale, l’immenso patrimonio artistico restaurato, le politiche economiche di incentivazione al commercio verrebbero vanificate da un isolamento che non è assolutamente accettabile”, prosegue la nota.

“Le chiediamo di voler rendere nota la composizione del gruppo di lavoro che, necessariamente, dovrà vedere componenti tecnici e politici delle aree interne della Regione e di voler, altresì, rendere note le tematiche e le direttrici di discussioni su cui il gruppo di lavoro si confronterà”.

“Certi di un Suo sollecito riscontro, ci mettiamo a disposizione per qualsiasi collaborazione possa risultare utile e Le inviamo i nostri migliori saluti”, conclude Città di Persone nella nota.


Print Friendly and PDF

TAGS