Cinque donne abruzzesi hanno rivoluzionato l’Italia, l’8 marzo in loro ricordo

Maria Federici, nata a  L’Aquila il 19 settembre 1899, fu una delle 21 donne della Costituente

di Cristina D'Armi | 08 Marzo 2021 @ 06:00 | RACCONTANDO
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Cinque donne abruzzesi hanno rivoluzionato l’Italia . L’8 marzo più che una festa è il giorno di riflessione sulle conquiste politiche, sociali, economiche delle donne. Anche se oggi ha perso un po’ il suo valore iniziale, questa giornata ha  origine dai movimenti di rivendicazione dei diritti delle donne di inizio Novecento. 

L’Abruzzo ha visto nascere moltissimi personaggi illustri, tra questi moltissime erano donne.  In occasione di questa ricorrenza, ne citiamo alcune. 

Cinque donne abruzzesi hanno rivoluzionato l’Italia

FILOMENA DELLI CASTELLI

nata a Città Sant’Angelo il 28 settembre 1916, fu la prima donna sindaco d’Abruzzo, eletta nel 1946 con sole altre 21 donne all’Assemblea Costituente, partecipò alla stesura della carta costituzionale che ha reso l’Italia una Repubblica democratica.

MARIA FEDERICI

nata a  L’Aquila il 19 settembre 1899. Fu anche lei una delle 21 donne della Costituente. Insieme ad altre 4 donne fece parte anche della “Commissione dei 75”, il gruppo che scrisse e progettò attivamente la Costituzione Italiana.

GIOVANNA MILLI

originaria di Teramo. Nata il 24 maggio 1825, fu educatrice scrittrice e poetessa. Lottò per l’Unità d’Italia partecipando ai più importanti salotti letterari,  scrisse opere di educazione storica e civile. Entrò a contatto con Alessandro Manzoni, Francesco De Sanctis ed altre “celebrità” dell’epoca.

LOLA DI STEFANO 

nata a Bussi sul Tirino nel 1920. E’ stata nominata “maestra più brava del mondo”. Il 19 gennaio 1954 a Bussi, salvò tutti i bambini della classe cui insegnava dopo una perdita di cloro liquido da una tubatura: tappò la bocca dei bambini con degli stracci e li portò in salvo su una collinetta. Quando tutti i ragazzi furono al sicuro si accasciò a terra. Morì intossicata una settimana dopo, aveva solo 34 anni.

ELENA SANGRO

nata il 5 settembre 1897 a Vasto. Fu un personaggio molto noto del Cinema. Conosciuta come attrice, divenne inoltre una delle prime registe italiane. Lavorò con Fellini e D’annunzio le dedicò un passo delle sue poesie, “Elena, il tuo madore è una rugiada / stillante sopra uno stillante miele. Un alito d’amor sopra una spada? / O Spada dell’arcangelo Ariele! Ma il céspite che l’ìnguine t’infiora / non è come l’ascella dell’Aurora? Piacente sopra te, quanto mi piaci! /”, era la sua amante.

 

Contro le violenze e per la parità di genere

Buona festa della Donna!

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS