Cinema Massimo: ancora tempi lunghi, ecco i lavori fatti

di Matilde Albani | 14 Luglio 2020 @ 06:30 | ATTUALITA'
cinema massimo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La strada è ancora lunga per poter rivedere le luci dentro lo storico Cinema Massimo in corso Federico II a L’Aquila.

Fino a qualche anno fa, c’era una locandina di “Gli amici del bar Margherita di Pupi Avati” a ricordare come il tempo si fosse fermato il giorno prima della tragedia che ha sconvolto L’Aquila.

Terminati i lavori del primo lotto finanziato con 1 milione e 546mila euro ora toccherebbe al secondo che ha già in cassa 3 milioni e 954mila euro. Praticamente finora c’è stata la sostituzione delle pareti con blocchi antisismici e il rinforzo dei pilastri con l’inserimento di telai. Praticamente mancano da fare ancora tutti gli interni, mentre è stata completata la parte strutturale.

Inserito nella programmazione 2019-2020 del piano triennale delle opere pubbliche, praticamente impossibile rivederlo prima di tre anni con l’aspetto che aveva prima del sisma.

Rimane poi il rebus della gestione. Prima del 2009 era dell’Accademia dell’Immagine, oggi in liquidazione. Ora c’è stata la disponibilità della Lanterna Magica ma Biondi ha già detto che la gestione sarebbe andata a chi fa “cultura” con un ampio dibattito e confronto tra enti ed istituzioni cittadine per l’affidamento.

Ai posteri l’ardua sentenza sul futuro di quello che è stato uno dei simboli della cultura di questa città.


Print Friendly and PDF

TAGS