Ciammetti, il Cai dell’Aquila: “Uomo forte e buono, figlio della nostra terra”

di Redazione | 10 Marzo 2021 @ 19:34 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il saluto del Cai dell’Aquila a Emilio Ciammetti. “C’è un filo rosso che lega le persone, soprattutto quando hanno condiviso esperienze che segnano l’anima. Emilio Ciammetti era la rappresentazione vivente dell’idea stessa di forza. Finanziere, soccorritore nella Stazione dell’Aquila del SAGF, ha speso tutti i suoi anni migliori aiutando chi, in montagna, si trovava in difficoltà.
I suoi modi bonari non riuscivano a nascondere un’energia difficilmente immaginabile: fanno ormai parte della suggestione collettiva una forza erculea e una resistenza alla fatica che lo rendevano unico: in tanti soccorsi, con la bufera, di notte e con il freddo, raramente portava i guanti; le sue strette di mano di saluto, del tutto spontanee, richiedevano una saggia preparazione mentale, per evitare di riportare danni alle dita. Ma è proprio la sua tempra fenomenale, forgiata dal lavoro e da una genetica invidiabile, che oggi lascia del tutto interdetti coloro che hanno avuto in sorte di incontrarlo, conoscerlo e condividere con lui tanti interventi di soccorso in montagna: appariva indistruttibile, come tutti noi non lo era.
Era un uomo, un uomo buono, che ha saputo incanalare le sue energie a vantaggio degli altri, un figlio della nostra terra che vale la pena di ricordare, con un pensiero affettuoso.”
 
 
 
 
 
 

Print Friendly and PDF

TAGS