Chieti, al via prima nazionale “L’ultima notte di Bonfiglio Liborio”

L'evento avrà luogo sabato 7 maggio, ore 21.00, e domenica 8 maggio, ore 17.30, con

di Redazione | 03 Maggio 2022 @ 12:47 | EVENTI
Remo Rapino
Print Friendly and PDF

CHIETI  –  Al via la prima nazionale al Teatro Marrucino”L’ultima notte di Bonfiglio Liborio”, uno spettacolo di Davide Cavuti tratto dal romanzo di Remo Rapino “Vita, Morte e Miracoli di Bonfiglio Liborio” , vincitore del Premio Campiello 2020, edito da minimum fax, con protagonista l’attore napoletano Pino Ammendola. Accanto a lui l’attore abruzzese Alessandro Blasioli, con la partecipazione straordinaria di Remo Rapino, del tenore Piero Mazzocchetti e del trombettista Berardo Lannutti, musiche originali di Davide Cavuti, scenografia di Emanuele D’Ancona, collaborazione organizzativa e foto di Pietro Nissi. Una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo, in collaborazione con MuTeArt Produzioni. “Pure io lo so, – sono parole tratte dal libro – e sempre ci penso, notte e giorno, d’inverno e d’estate, ogni giorno che il Padreterno fa nascere e morire, con la luce e con lo scuro, ci penso, che c’ho sempre pensato per vedere di capire a come mai sta coccia mia da quasi normale s’è fatta na cocciamatta, tutta na matassa sgarbugliata fuori di cervello”. “Dopo aver letto il meraviglioso libro “Vita, Morte e Miracoli di Bonfiglio Liborio” e firmato la musica originale del documentario “Gli occhi di Liborio” – ha dichiarato Davide Cavuti -ho voluto realizzare questo spettacolo per raccontare la vicenda umana di Bonfiglio Liborio. Ringrazio chi ha sostenuto questo progetto teatrale e tutti i miei preziosi collaboratori. Con questo spettacolo, si completa il viaggio artistico attraverso i grandi testi degli autori senza tempo: Remo Rapino rappresenta un modello per i giovani, che spero si avvicinino sempre più numerosi al mondo del teatro e della cultura in generale. A tal proposito domenica 8 maggio, alle ore 12.00, si terrà l’incontro con l’intera compagnia, nel Foyer del Teatro”. I biglietti sono disponibili presso il Teatro Marrucino e sul circuito online di Ciaotickets. Davide Cavuti, compositore e regista, recentemente finalista ai Nastri d’argento 2022 con il suo film biografico “Un marziano di nome Ennio”, ispirato alla vita di Ennio Flaiano, torna ad occuparsi dei grandi personaggi della cultura abruzzese: dopo aver realizzato i film biografici sul compositore francavillese Alessandro Cicognini e sul poeta sulmonese Ovidio, e gli spettacoli Quaderni siloniani, da Ignazio Silone, con Arnoldo Foà e “Alla festa della rivoluzione”, da Gabriele D’Annunzio, con Giorgio Albertazzi e Michele Placido, Cavuti rende omaggio a Remo Rapino mettendo in scena la storia di Bonfiglio Liborio, tratta dal romanzo dello scrittore abruzzese, vincitore del Premio Campiello 2020 e del Premio Flaiano 2021.


Print Friendly and PDF

TAGS