Chiesa di San Pietro, come è andata a finire? Erbacce scomparse e riscaldamento a pavimento

di Alessio Ludovici | 30 Ottobre 2020 @ 06:10 | ATTUALITA'
san pietro
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Segnalavamo il 20 settembre lo stato di abbandono del cantiere della chiesa capoquarto di San Pietro a Coppito, in pieno centro nell’omonimo Quarto. Le erbacce ricoprivano la scalinata e il sagrato della chiesa, del pavimento, i cui lavori erano annunciati da anni e nulla che permetterebbero di riconsegnare finalmente l’edificio alla città e alla parrocchia guidata da don Francesco Leone, non si sapeva più nulla. Qualcosa, finalmente, si è mosso, le erbacce sono state tagliate, ma soprattutto sono tornate le maestranze a lavorare all’interno. 
A copertura del fondo del transetto quadrangolare che interseca la navata unica della Chiesa, si vedono oggi i tipici pannelli sui quali poi vengono inserite le serpentine dell’acqua per il riscaldamento a pavimento. 
Una buona notizia per la città e per il Quarto di San Pietro: “I quarti – aveva sottolineato don Francesco – sono il vero cuore della città storica”. Tra poco una delle chiese più caratteristiche della città potrà magari essere davvero aperta e si potrà visitarne oltre l’aula unica che caratterizza anche l’originale torre campanaria. 

A sinistra la scalinata di San Pietro oggi, a destra com’era il mese scorso.

 

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS