Checkmate! Abdusattorov elimina Nakamura

di Enrico M. Rosati | 16 Dicembre 2023 @ 05:13 | CHECKMATE
Abdusattorov
Print Friendly and PDF

Checkmate! Abdusattorov elimina Nakamura – Lo sport sta diventando sempre più una questione di politica e visibilità e questo fenomeno, purtroppo, colpisce anche il mondo degli scacchi. Se ci sono giocatori americani che riescono ad avere anche un buon seguito sui social ogni qualvolta che ci sarà una diretta capiterà che i commentatori rimarranno, anche se in modo parziale, a supporto di quel giocatore. Gli scacchi sono un gioco di equilibrio che espone l’essere di parte come in poche altre occasioni. Un esempio i Campionati del mondo in cui Carlsen ha sfidato Nepomniachtchi, quando Magnus era anche solo in leggero vantaggio c’era chi ormai dava il russo per sconfitto mentre a parti inverse il commento risultava sempre molto indirizzato verso la parità.

Questo fenomeno è successo anche nella partita tra Abdusattorov e Nakamura. Hikaru, anche noto come Naka, è uno degli streamer più noti che spesso e volentieri dice di accantonare la propria carriera scacchistica per dare più rilevanza alle live su twitch e per questo motivo c’è un vero e proprio microcosmo che gli orbita intorno – anche tra i commentatori scacchistici – pronto a difenderne qualsiasi errore o divergere l’attenzione su altro al posto di analizzare le conseguenze catastrofiche su scacchiera della mossa. Il fatto che un giovane talento stesse sfidando il terzo al mondo in un Armadeggon (dove il bianco ha più tempo ma in caso di patta la vittoria va al nero), formato che premia la velocità, punto forte di Nakamura, ha amplificato la portata della vittoria del giovane.

La vittoria, per quanto si presagisse difficile, non è stata per nulla complessa per Abdusattorov. Dopo una prima partita in cui il giovane talento ha messo Nakamura alle strette costringendolo a una patta.

Questo l’esempio di una delle posizioni che sarebbe potuta essere giocata su scacchiera. A questo punto non è difficile immaginare il pedone in f salire e creare una situazione in cui prima o poi l’alfiere debba sacrificarsi per uno dei pedoni regalando la vittoria al bianco. Eppure, per uno dei commentatori a questo punto non può che considerarsi una patta. Dopo una seconda partita complessa, conclusa in patta, si arriva all’Armageddon che inizia con queste quote: 9 a 35 per la vittoria di Nakamura.

Dopo una Ruy Lopez era chiaro che tutti i pezzi sarebbero rimasti sulla scacchiera per una buona fetta della partita. Ma sin dalle prime mosse Abdusattorov mette il cavallo in d4 obbligando Hikaru a una posizione difficile. Una delle pillole che possiamo portare a casa dalla partita tra questi campioni è il mettere l’avversario in una situazione in cui deve fermarsi a pensare e in difficoltà trascinandolo al di fuori di ogni teoria per fargli perdere tempo.

E proprio il tempo, alla fine, ha fatto la differenza nella sconfitta di Nakamura.

Abdusattorov

Print Friendly and PDF

TAGS