Checkmate! 40 curiosità sugli scacchi

di Enrico M. Rosati | 25 Febbraio 2022 @ 06:00 | CHECKMATE
finali
Print Friendly and PDF

Gli scacchi sono un gioco estremamente longevo, e di conseguenza, il numero di curiosità riguardo questa disciplina è interessante ed intenso. Ecco una lista delle peculiarità più interessanti del mondo degli scacchi. 

1. Quando si parla di grandi numeri, un nome che ci viene in mente è Neil DeGrasse Tyson e la sua disciplina. Ebbene, Il numero di possibili partite di scacchi uniche supera di gran lunga il numero di elettroni nell’universo. 

2. La partita di scacchi più lunga possibile si stima essere è 5.949 mosse.

3. La partita tra Bobotsor e Irkov nel 1966 ha rotto un record alquanto particolare: la partita nella quale l’arrocco è stato giocato solo alla quarantaseiesima mossa. 

4. Fino al 1561, l’arrocco richiedeva l’utilizzo di due tempi, infatti bisognava prima muovere la torre, e la mossa dopo posizionare il re nella sua consueta posizione.  

5. La parola “Scacco matto” in scacchi deriva dalla frase persiana “Shah Mat”, che significa “il re è morto.”

6. Blathy, Otto (1860-1939), è famoso per aver creato il problema  più lungo nella storia degli scacchi: Matto in 290 mosse.

7. In modo alquanto simpatico, nel 1973 a Cleveland la polizia ha fatto iruzzione durante un torneo di scacchi, arrestando il direttore e confiscando i set di scacchi. Il motivo? Gioco d’azzardo, infatti gli ufficiali della polizia non videro di buon occhio i premi in denaro che venivano offerti a chi si fosse qualificato in una buona posizione. 

8. Gli scacchi sono stati uno dei primi sport a dare premi in criptovalute. 

9. La partita di scacchi più lunga è durata 269 mosse (I. Nikolic – Arsovic, Belgrado 1989) e si è conclusa con un pareggio.

10. A inizio partita ci sono otto modi diversi di fare matto in due mosse e 355 modi di fare matto in tre mosse.

11. La possibilità dei pedoni di fare il primo passo lungo due caselle venne introdotta, in Spagna, nel 1280.

12. Il Dr. Emanuel Lasker ha mantenuto il titolo di Campione del Mondo più a lungo di chiunque altro: 26 anni.

13. Nel 1985, il giocatore sovietico Garry Kasparov è diventato il più giovane campione del mondo di sempre all’età di 22 anni e 210 giorni.

14. La prima scacchiera con quadrati alternati chiari e scuri apparve in Europa nel 1090.

15. Durante la seconda guerra mondiale, alcuni dei migliori giocatori di scacchi vennero utilizzati per decifrare i codici segreti nazisti.

16. Durante la partita Fischer-Spassky del 1972 a Rekjavik, i russi incolparono la sedia di Fischer per delle anomalie nel modo di giocare di Spassky. 

17. Il primo orologio da scacchi meccanico è stato inventato da Thomas Wilson nel 1883. 

18. Nel 1125 la chiesa proibiva di giocare a scacchi, di conseguenza un prete, appassionato, inventò una scacchiera che da lontano potesse sembrare due libri messi uno sopra l’altro. Così nacque la prima scacchiera pieghevole. 

19. La peggiore prestazione di un giocatore è stata quella di Macleod, giocatore che ha perso 31 partite consecutive nel doppio turno di New York del 1889.

20. Frank Marshall (1877-1944) è stato il primo americano a sconfiggere un giocatore sovietico in un torneo internazionale a New York, 1924.

21. Nel 1985, Eric Knoppert ha giocato 500 partite di scacchi da 10 minuti in 68 ore.

22. Albert Einstein era un buon amico del campione del mondo di scacchi Emanuel Lasker.

23. Ci sono state 72 mosse consecutive della regina nella partita Mason-Mackenzie a Londra nel 1882.

24. Il record di mosse senza catturare nemmeno un pezzo è di 100 mosse, venne stabilito durante l’incontro tra Thorton e M. Walker nel 1992.

25. Il termine Rookie, che viene banalmente tradotto come principiante, deriva dal gioco degli scacchi. Infatti, si il termine viene utilizzato per definire i giocatori inesperti in quanto la torre (rook) è di norma uno degli ultimi pezzi che viene mosso sulla scacchiera.   

26. Un software chiamato Deep Thoughtbeat ha battuto un maestro internazionale per la prima volta nel novembre del 1988 in California. 

27. Uno dei record più entusiasmanti del mondo scacchistico è stato stabilito nel 1960 a Budapest quando l’ungherese Janos Flesch ha giocato 52 avversari contemporaneamente da bendato, vincendo 31 di quelle partite.

28. Ci sono oltre 1.000 diverse aperture. 

29. Gli scacchi vengono spesso utilizzato dagli psicologi come metodo efficace per migliorare la memoria.

30. FIDE sta per Fédération Internationale des Échecs, che si traduce letteralmente in Federazione Mondiale di Scacchi.

31. Il secondo libro mai stampato in lingua inglese riguardava gli scacchi.

32. Il primo programma per computer per giocare a scacchi è stato sviluppato nel 1951 da Alan Turing. 

33. La partita più antica di scacchi nella storia è stata registrata nel 900, tra uno storico di Baghdad e un suo studente.

34. Le scacchiere (complete) più antiche sono state trovate sull’Isola di Lewis, nel nord della Scozia, e risalgono al XII secolo. 

35. Si stima che ci siano 600.000.000 (seicento milioni) giocatori di scacchi al mondo.

36. In molte varianti, il pedone prende il nome dai fanti dell’esercito. Ma in spagnolo e tedesco il nome del pedone si traduce in “contadino”. 

37. Vi siete mai chiesti perché nonostante la Torre ed il Cavallo somiglino ai propri corrispondenti nella realtà, il resto dei pezzi no? Il motivo è che prima di raggiungere l’Europa, gli scacchi vennero praticati nel mondo islamico, e l’Islam proibisce la realizzazione di statue che assomigliano alle persone, e di conseguenza, anche negli scacchi i pezzi che dovrebbero rappresentare esseri umani hanno forme vaghe.

38. Gli scacchi vennero inventati in India durante l’Impero Gupta, e si diffosero in seguito nell’Impero sasanide persiano e poi in Medio Oriente. 

39. Inizialmente, la regina poteva muoversi solo una casa alla volta, diagonalmente. 

40. A Shatranj, il predecessore degli scacchi, la regina aveva il nome di ministro o visir. Questa traduzione ancora viene applicata in molte lingue. 


Print Friendly and PDF

TAGS