“C’era una volta un re…”: il libro di Giovanna Chiarilli alla One Gallery

Il libro sarà presentato sabato 7 maggio alle 17 da Goffredo Palmerini e Francesca Pompa

di Redazione | 02 Maggio 2022 @ 08:36 | EVENTI
c'era una volta un re
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Verrà presentata alla ‘One Gallery’, in via Roma, sabato 7 maggio alle 17 il libro “C’era una volta un re…”, della scrittrice Giovanna Chiarilli, pubblicato a distanza di dieci anni dall’adattamento teatrale, da Giraldi Editore. E’ la storia di quattro amiche che si ritrovano a ricordare quelli che volevano essere “i migliori anni della nostra vita” leggendo il diario dell’anno della maturità. Insieme faranno un tuffo nel passato perdendosi dietro storie, volti, tradimenti e rivelazioni, ognuna pronta a regalare altre sfumature ai dolori e alle emozioni, ad aggiungere il proprio tassello come a voler ricostruire un puzzle grande quanto le aspettative di quegli anni.

Dietro un’apparente leggerezza si nascondono storie di donne alle prese con quello che poteva essere e non è stato e con gli inevitabili “appuntamenti” che la vita riserva per tutti; donne sempre pronte a guardare avanti, sempre pronte a ricominciare. Anche dopo un grande dolore e… un insolito “regalo”. E nei racconti fissati per sempre sulle pagine del diario, non mancano aneddoti e suggestioni legati alle radici abruzzesi dell’autrice, alle vacanze trascorse nella Marsica, così come non poteva mancare un richiamo a Silone, al lago che non c’è più. In queste pagine tornano, insieme ai ricordi degli anni trascorsi sui banchi, anche i profumi, i sapori, i proverbi e i riti di un tempo. “Omaggi” alla sua terra che non mancano neanche nella copertina dove campeggia il profilo della Bella addormentata che si specchia in un lago.

A raccontare la storia saranno Goffredo Palmerini, giornalista e scrittore e ambasciatore dell’Abruzzo nel mondo, e Francesca Pompa, direttrice della One Gallery e della One Group Edizioni. Modererà l’incontro il giornalista e scrittore Angelo De Nicola. Interverrà l’attore Roberto Nobile che leggerà alcuni brani del romanzo. La prefazione al romanzo è di Marco Cavallaro, la postfazione di Monica Guerritore. I proventi delle vendite sono destinati alla Fondazione per la ricerca oncologica “Foro” di Enrico Cortesi.

SINOSSI

Il ritrovamento “casuale” del diario della maturità, è la scusa di Crisa per riunire le amiche di sempre. Si ritrovano così a fare un tuffo nel passato, a perdersi dietro storie, evocare nomi, volti, momenti, a regalare altre sfumature ai dolori e alle emozioni, ognuna pronta ad aggiungere il proprio tassello, come a voler ricostruire un puzzle grande quanto le aspettative di quegli anni. A distanza di quasi trent’anni, racconteranno sogni e delusioni, sveleranno tradimenti e verità nascoste. Sfogliare le pagine del diario è anche un’occasione per capire cosa è rimasto dei sogni di allora, che fine ha fatto il futuro immaginato sui banchi… E nel ricordare i vecchi amori diventa inevitabile parlare di uomini, dei figli adolescenti e dei genitori che stanno invecchiando. Rubando pezzi di vita alle amiche, Crisa scriverà una sceneggiatura, C’era una volta un re… come il titolo della filastrocca che la madre sussurrava quando le sentiva litigare, per riportare tra loro la serenità, la complicità di sempre. Dietro un’apparente leggerezza, si nascondono storie di donne alle prese con bilanci esistenziali, con quello che poteva essere e non è stato; donne sempre pronte a guardare avanti, pronte a ricominciare. Anche dopo un grande dolore. 

GIOVANNA CHIARILLI

Tra le interviste che ama ricordare, quella a Paperoga, fatta sui banchi delle medie. Poi il sogno “rivelatore”: intervistare Loretta Goggi. Da allora non si è più fermata: giornalista, autrice per la Rai, sceneggiatrice, editor… una vita all’insegna della scrittura. Abruzzese nata ad Ortucchio (L’Aquila), autrice Rai dal 2004, ha collaborato alla sceneggiatura di Butta la luna (Rai Uno) e di Adrian (Canale 5), soggetto di Adriano Celentano, supervisore Vincenzo Cerami. Oltre a C’era una volta un re… ha scritto Orgasmo cosmico adattati per il teatro da Marco Cavallaro (Esagera Produzioni), i monologhi Il miracolo (Rassegna Italian Heritage and Culture Month – New York) e Affittasi rabbia, tratto da I Crocifissi del terzo millennio di Tiziana Grassi, (Rassegna Donne in amore). Tra un progetto e l’altro, per ritemprare la creatività, segue i consigli di Chuck Palahniuk, ma invece di caricare la lavatrice, coltiva pomodori e fragole all’ombra di un castello!

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS