C’era una volta. Un mondo di povertà

di don Daniele Pinton | 06 Giugno 2022 @ 06:05 | CREDERE OGGI
C’era una volta
Print Friendly and PDF

C’era una volta … un mondo di povertà. Vi racconto una storia, ma una di quelle storie vere che spesso non vogliamo ne sentire e ne ascoltare, una storia tra le tante di Vangelo concreto.

Noi oggi in Europa, a causa degli effetti di una economia di guerra, per la disastrosa aggressione all’Ucraina, tra le altre cose, ci preoccupiamo delle bollette delle nostre case, che di giorno in giorno vediamo lievitare, perché come avrete ben capito, i costi di questa assurda guerra, qualcuno li dovrà pagare, cioè tutti noi.

Ma il mio invito oggi è quello di guardare un pò oltre alle nostre case, alle nostre comunità civili e religiose e forse anche oltre all’Europa.

Attraverso l’intervento formulato in una recente udienza alle congregazioni fondate da San Giovanni Calabria, che aiutano gli scartati della società, Papa Francesco ci aiuta a leggere con attenzione l’opera di molti missionari, che “poveri con i poveri”, annunciano il Vangelo con la condivisione della povertà e l’impegno sociale che fa sperimentare la dolcezza di Dio:

Le periferie geografiche ed esistenziali a cui il Signore vi invia sono il campo dove annunciare l’amore provvidente del Padre attraverso una sovrabbondante misericordia, manifestando la tenerezza del volto di Dio senza pregiudizi ed esclusioni. Amare i poveri facendovi poveri.

Ci sono luoghi, dove, non ci sono problemi per pagare le bollette dell’energia elettrica, perché purtroppo in quei posti, oltre a non esserci neppure spesso la possibilità del ‘pane quotidiano’, di energia elettrica non se ne vede neppure un watt.

Ebbene, entriamo nella storia. Un giovane sacerdote missionario, e potrei dire uno dei tanti missionari cristiani sparpagliati per quello che noi amiamo chiamare ‘terzo mondo’, ‘povero tra i poveri’, ha rivolto un appello a tutti gli uomini e donne di buona volontà.

Sto parlando di Fr. Martin Prado, un giovane missionario argentino, della Congregazione del Verbo incarnato, che insieme a una sua collaboratrice, anch’essa missionaria, Raquel Blandón Posada, gestiscono una raccolta fondi, rivolgendo a noi questo inquietante invito: ‘i bambini non hanno luce per studiare, le madri non hanno luce per cucinare, aiutateci a scacciare l’oscurità!

Fr. Martin, è un missionario cattolico che opera in Papua Nuova Guinea, dove cerca di assistere più di 700 famiglie che vivono in una condizione di vera povertà.

E l’aiuto che questo missionario chiede a ognuno di noi è quello di fare una ‘catena d’amore’ per fornire una luce solare a ciascuna madre!

In sostanza l’iniziativa è quella di aiutare queste mamme ad avere una luce che funziona con una batteria solare, per permettere loro di non rimanere al buio durante la notte, e per poter anche cucinare.

Nel suo appello, Fr. Martin, afferma:

sto raccogliendo fondi a beneficio delle persone e della missione nella giungla interna della Papua Nuova Guinea e qualsiasi donazione contribuirà ad avere un impatto. Grazie in anticipo per il vostro contributo a questa causa che significa così tanto per noi. Il nostro obiettivo principale ora, e la causa di questa raccolta fondi, è quello di ottenere una lampada solare per ogni madre (famiglia) nei villaggi della mia parrocchia interna. So che il mio primo lavoro è annunciare il Vangelo e seguire le orme di Gesù, ma anche Gesù fu mosso a pietà per i poveri e i bisognosi anche nelle cose materiali. La luce solare è l’opzione migliore là dove non c’è energia e non ci sono città dove acquistare cherosene o batterie. Inoltre, con questa raccolta fondi mi piacerebbe molto aiutare i nostri bambini, le nostre scuole, acquistare medicine, assistere i miei catechisti missionari e altri bisogni che potrebbero incontrare.

Ora, per far si che il Vangelo sia concreto, vero e non utopia, l’invito è quello di accogliere l’invito ‘a scacciare l’oscurità’ con la luce della solidarietà e nella misura in cui possiamo, aderire a questo invito, di cui Laquilablog, si fa oggi portavoce per una campagna solidale. Per poter donare, digitate su questo link: https://bit.ly/3NlmIiJ.

 


Print Friendly and PDF

TAGS