Centrosinistra, i partiti chiedono ancora tempo: incontro con i candidati sabato

di Alessio Ludovici | 03 Febbraio 2022 @ 15:26 | VERSO LE ELEZIONI
partito animalista
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Ancora un nulla di fatto. Ieri, al termine di una lunga riunione della Commissione candidature, si è riusciti solo a strappare un nuovo appuntamento per sabato prossimo e a cui saranno presenti anche i candidati ufficializzati per ora, cioè Stefania Pezzopane, Fabrizio Marinelli, Stefano Palumbo e Americo Di Benedetto. Una mossa dei partiti per guadagnare qualche altro giorno.

Le posizioni di fatto sono cristallizzate.

All’incontro di sabato dovrebbero infatti partecipare Americo Di Benedetto e Stefano Palumbo che però hanno già dato la disponibilità, ribadita ieri, ad una candidatura di sintesi esterna alla rosa in campo, Fabrizio Marinelli per il M5S che avrebbe aperto anch’esso all’ipotesi, e Stefania Pezzopane che invece sembra fermissima sulla sua voglia di confrontarsi con la città. Di nomi terzi ieri è uscito solo quello di Rita Innocenzi, sindacalista della Cgil, proposta da Primavera aquilana, che al momento non è chiaro se parteciperà al confronto di sabato: “Una persona dentro la comunità anche e soprattutto fuori dai momenti elettorali – dichiara Primavera Aquilana – Crediamo che possa essere un nome che unisce, anziché dividere, ma nel contempo siamo pronti a ragionare con apertura su altri profili, nella consapevolezza che la disponibilità da parte di questi ed altri profili che verranno potrebbe esservi solo se sarà l’intera coalizione a ritenerla necessaria.”

L’altra via d’uscita, oltre ad un nome terzo, ossia le primarie, sono archiviate, avevano il pieno sostegno della Pezzopane ma non quello di Passo Possibile e Palumbo.

Se non si chiude su un nome della rosa o su un terzo nome, l’unica alternativa è un centrosinistra diviso che va con più candidati alle elezioni. Il problema a quel punto sarebbe soprattutto del Pd, che  ha comunque almeno due di nomi in campo, e delle piccole formazioni che puntano ad entrare o rientrare in consiglio comunale. 

Un confronto di presentazione delle candidature e posizioni in campo evidentemente quello programmato sabato, che dovrebbe almeno chiarire in modo trasparente strategie elettorali e punti di forza di ciascuno, ma che per estremo paradosso potrebbe portare ad un nome terzo che Commissione al momento non ha neanche discusso. Una situazione logorante per chi ha dato la propria disponibilità, non esattamente dei passanti: la parlamentare del Pd, il capogruppo in consiglio comunale del Pd, il consigliere regionale più votato (insieme a Pietrucci) del centrosinistra aquilano, il prof. Marinelli. Qualsiasi altro nome rischia di essere più debole.

Le elezioni dovrebbero parlare di futuro e di come affrontare i problemi della città, ma in questo contesto, a parte la notizia della costituzione di una commissione sul programma, è un elemento che ancora non emerge. 


Print Friendly and PDF

TAGS