Centri antiviolenza, la Regione apre i termini per domande di contributo

Quaresimale: "L'opera di assistenza e sostegno alle donne vittime di violenza è indispensabile per il pieno recupero sociale ed economico"

di Redazione | 20 Settembre 2022 @ 19:02 | UTILI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Da oggi e sino al 30 settembre è possibile presentare le istanze per ottenere contributi finalizzati al sostegno dei centri anti violenza e delle case rifugio per le donne vittime di violenza. Lo comunica l’assessore regionale alle Politiche sociali Pietro Quaresimale.

L’avviso ha una dotazione finanziaria di oltre 700 mila euro e ha l’obiettivo di rafforza l’azione dei centri anti violenza e delle case rifugio presenti in Abruzzo. “L’opera di assistenza e sostegno alle donne vittime di violenza è indispensabile per il pieno recupero sociale ed economico e l’intervento che mette a disposizione la Regione tende a fornire risorse finanziarie a queste strutture in modo da rendere più agevole e efficiente il percorso di reinserimento delle donne vittime di violenza”, spiega Quaresimale. Possono presentare domanda gli enti locali in forma singola o associata, tutte quelle associazioni o organizzazioni che hanno sede legale in Abruzzo che da anni operano nel settore e hanno maturato esperienze concrete e che hanno all’interno del proprio statuto i temi del contrasto alla violenza di genere, della protezione e del sostegno delle donne vittime di violenza e dei loro figli quali finalità esclusive e prioritarie e gli enti locali e le organizzazioni d’intesa tra loro. Le istanze devono essere presentare on line entro le 24 del 30 settembre sulla piattaforma digitale della Regione Abruzzo all’indirizzo sportello.regione.abruzzo.it.


Print Friendly and PDF

TAGS