Cento giorni, rinviata cerimonia in Piazza Duomo

di Mariangela Speranza | 05 Marzo 2020 @ 13:17 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – I cento giorni sono stati rinviati anche all’Aquila.
Dopo l’annullamento dell’appuntamento che ogni anno riunisce circa cinquemila studenti provenienti abruzzesi a laziali a Isola del Gran Sasso (Teramo), anche la messa e la benedizione delle penne che in un primo momento si sarebbero dovute celebrare nella chiesa di Santa Maria del Suffragio, all’Aquila, sono state rimandate nella mattinata di oggi.
Alla manifestazione, organizzata dai rappresentanti di tutti gli istituti superiori del capoluogo, in accordo con la Digos, con i vigili urbani e con l’assessore alla mobilità Carla Mannetti e a cui sarebbero dovuti essere presenti circa 700 studenti aquilani, avrebbero dovuto partecipare alcuni sacerdoti della Diocesi, tra cui don Manfredi Gelsomino, direttore dell’Ufficio diocesano scuola e don Federico Palmerini, responsabile della Pastorale giovanile. Oltre al sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi che, prima della benedizione delle penne, avrebbe dovuto rivolgere un breve saluto di incoraggiamento ai ragazzi.
Una scelta che si è resa necessaria a seguito delle decisioni dell’assessore alla mobilità del capoluogo Carla Mannetti e in base al decreto legge del governo che nega tutte le manifestazioni in luogo pubblico e privato, a causa dell’emergenza Coronavirus.

Print Friendly and PDF

TAGS