Catacombe San Vittorino chiuse? Don Giorgio:” Aperte e me ne occupo personalmente”

di Matilde Albani | 23 Agosto 2020 @ 06:53 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Riaperte nel 2016 dopo il  restauro della  Pontificia Commissione di Archeologia Sacra del Vaticano, le catacombe di San Vittorino uno dei di uno dei tesori più preziosi del territorio aquilano, richiamano turisti tutto l’anno. Secondo alcune segnalazioni  che abbiamo ricevuto, però, sarebbero difficilmente visitabili per orari e modalità di accesso. Abbiamo girato la lamentela direttamente a don Giorgio Hanejko, parroco di San Michele Arcangelo e direttore delle catacombe.

“Mi occupo  personalmente dei giri  turistici,  siamo stati chiusi solo durante il Covid-19 –  dice a Laquilablog .- Fuori la chiesa ci sono  informazioni sugli orari della domenica pomeriggio perchè la mattina ci sono le messe, ma io sono a disposizione anche gli altri giorni”. 

Catacombe di San Vittorino

Le catacombe di San Vittorino sono il monumento più antico dell’attuale basilica. Il cimitero sotterraneo si sviluppò nel V secolo intorno alla tomba del santo ed è oggi situato in parte sotto la chiesa di San Michele Arcangelo ed in parte fuori dal suo perimetro, ad ovest della navata. Il complesso è costituito da un’ampia galleria che si articola perpendicolarmente all’asse della chiesa e su cui si aprono tre vani collegati ad altre tre grotte.

L’ingresso dalla chiesa vecchia conduce ad un primo ambiente rettangolare a volta a botte, rivestito con le tecniche dellʾopera reticolata o dellʾopera incerta, che ospita il presunto sepolcro di san Vittorino ricomposto con i restauri del 1940. Il monumento, datato al V secolo, è composto da lastre di marmo decorate scandite da quattro pilastri con sorretta un tabula che attribuisce il merito della realizzazione del sepolcro al vescovo Quodvultdeus.

Dal vano è raggiungibile una grotta che presenta alcuni esempi di tomba a forno. Muovendosi verso ovest si raggiunge invece un vano, forse di realizzazione medievale, cui si affaccia un secondo vano con altare datato ai secoli XVI e XVII ed una seconda piccola grotta. Continuando verso ovest si arriva alla grande galleria fiancheggiata da 12 nicchiette irregolari e un vano di forma quadrangolare. All’estremità meridionale della galleria si apre un corridoio con decorazioni dei secoli XIV e XV con il quale si accede ad un ambiente realizzato nel Cinquecento che riconduce in superficie. (museionline.info)

Indirizzo

  • Via Pizzoli – San Vittorino 67100 L’Aquila

Contatti

  • Telefono:+39 0862 463010

Print Friendly and PDF

TAGS