Castelli a Campotosto: “Grazie a monitoraggio costante, ricostruzione è partita”

di Redazione | 27 Giugno 2023 @ 15:51 | ATTUALITA'
sisma 2016
Print Friendly and PDF

CAMPOTOSTO – Il Commissario alla Riparazione e Ricostruzione Sisma 2016 Guido Castelli oggi a Campotosto, in Abruzzo, insieme al consigliere Mario Fiorentino, Coordinatore della Struttura di missione per il sisma 2009, all’Ingegner Raffaello Fico, Titolare dell’Ufficio Speciale per i Comuni del cratere 2009, al sindaco Ercole Di Girolami e al Sub Commissario Fulvio Soccodato per fare il punto sulla ricostruzione e sui progetti di ripresa economica che riguardano il territorio comunale, ricadente nel cosiddetto “doppio cratere”, in cui sono in corso contemporaneamente le ricostruzioni del 2009 e del 2016.

Una situazione particolarmente complessa, proprio per il livello di danno elevato e per la sovrapposizione di due terremoti diversi, tale da richiedere anche l’adozione da parte del Commissario di un’Ordinanza speciale in deroga che potesse regolare in modo efficiente i cantieri pubblici (legati prevalentemente al sisma del 2016) e privati (legati invece più ai danni provocati nel 2009), evitando interferenze logistiche o blocchi procedurali.

“Grazie a un monitoraggio costante dei cantieri dell’ambito prioritario del centro storico, individuato dall’Ordinanza speciale, abbiamo assistito, nell’arco di pochi mesi, a una forte accelerazione della ricostru- zione – spiega il Commissario Castelli -. In quest’area identificata appunto come prioritaria, su cui affacciano 24 aggregati, due sono già completati, 10 cantieri sono in corso, 4 cantieri in avvio e gli altri 5 stanno per ricevere il decreto di finanziamento per poter partire. La ‘sperimentazione’ della collaborazione tra le Strutture sisma del 2009 e del 2016 in questa realtà sta certamente portando a risultati positivi. Si tratta di un bell’esempio di cooperazione fattiva tra istituzioni al servizio dei cittadini. Il nostro obiettivo ora è accelerare ulteriormente. Per questo il metodo di monitoraggio e controllo, che ci ha consentito in questi mesi di occuparci in modo immediato di eventuali criticità della fase attuativa, sarà esteso anche a tutto il resto del capoluogo e alle frazioni. A questo proposito stiamo lavorando a un’apposita Ordinanza speciale in deroga”.

A Campotosto gli aggregati in cantiere sono in tutto 39, di cui 17 nel capoluogo, 16 a Poggio Cancelli e 5 a Mascioni.

Per quanto riguarda la ricostruzione pubblica, l’Ordinanza 109 a Campotosto finanzia opere per 5,6 mi- lioni di euro. Il nuovo municipio, da 2,8 milioni, è in cantiere, così come la ricostruzione della ex scuola Ortolano, per 1,6 milioni di euro. Sono quasi ultimati invece i lavori di riparazione dell’ex ospedaletto. L’ex scuola di Campotosto, da riparare con 1,6 milioni di euro, è invece in fase di controllo da parte dell’Anac, prima che si possa procedere all’affidamento della progettazione. Nella ricostruzione pubblica 2016 rien- tra anche un edificio Ater. Sono infine terminati dei lavori di ricomposizione del margine urbano dopo la demolizione di un edificio comunale, finanziati dall’Ordinanza 104.

Gli interventi previsti a Campotosto dal Piano nazionale complementare sisma sono sei, tutti in corso d’opera, e valgono complessivamente 2 milioni di euro: la rigenerazione urbana di Piano della Serra, la rigenerazione urbana di lavatoi e fontanili, interventi di realizzazione, implementazione e consolidamento cammini, tra cui anche il Cammino nelle Terre mutate e il percorso “Antichi mulini”, l’efficientamento e messa in sicurezza di alcuni edifici a servizio degli impianti sportivi comunali e infine interventi sulla rete stradale comunale.

Il Piano straordinario di ricostruzione, strumento di pianificazione previsto dalla ricostruzione 2016 di cui il Comune si è dotato, prevede infine sei interventi per un totale di 9,8 milioni, in corso di progettazione.

 


Print Friendly and PDF

TAGS