Castel del Monte: presentato nel pomeriggio il libro di Mario Basile

Storie, personaggi e atmosfere delle Terre della Baronia. Seguiranno altre due presentazioni: a Calascio l'11 agosto e a Barisciano il 20

di Redazione | 09 Agosto 2022 @ 20:50 | EVENTI
Mario Basile
Print Friendly and PDF

CASTEL DEL MONTE.,Questo antico borgo natio-Ricordanze Terre della Baronia è il titolo di ispirazione leopardiana dello zibaldone scritto da Mario Basile, presentato oggi pomeriggio a Castel del Monte, nell’aia adiacente Palazzo Colelli e accompagnato dalle musiche e canzoni popolari abruzzesi dei Discanto.

La Rocca di Calascio sembra voler narrare le vicende di comunità di montagna, comunità di pastori e contadini che attraverso un’economia di sussistenza vissero questi borghi in cui, la presenza di bellezze artistiche vuol significare l’esistenza nei secoli anche di un’economia fiorente, scomparsa la quale si aprì per quelle comunità la strada dell’emigrazione.

Un intreccio di storie sociali, politiche, profili di vicende e personaggi a tracciare un profilo parziale di un territorio montano uniforme nelle sue vicissitudini storiche.

Personaggi e atmosfere di questi luoghi montani che hanno ispirato a Mario Basile un libro di racconti tra storia, conoscenze e fantasia che vogliono far rivivere al lettore le atmosfere di tempi passati, ma che danno elementi per progettare, come da anni si sta facendo, il futuro del territorio.

Molti racconti del libro si avvalgono degli acquerelli del compianto Sandro Conti e delle foto di Giorgio Marcoaldi. Illustrazioni di artisti locali corredano invece la parte riservate alle favole delle nonne.

Seguiranno, alla presentazione odierna, altri due eventi: l’11 agosto alle ore 17,30, a cura del Comune di Calascio, il libro sarà presentato nella Chiesa di San Leonardo, mentre il 20 agosto alle ore 18 sarà il Comune di Barisciano ad organizzare l’incontro in Piazza Trieste.

A questa iniziativa parteciperanno i sindaci di Castel del Monte Matteo Pastorelli, di Calascio Paolo Baldi e di Barisciano Fabrizio D’Alessandro proprio perché da questi eventi culturali possa nascere qualcosa di costruttivo e di positivo per il rilancio di attività economiche e turistiche, un progetto che già da tempo, magari con difficoltà, si sta portando avanti da parte delle comunità locali.

 


Print Friendly and PDF

TAGS