Case Ater, De Santis: “Ricostruzione nel dimenticatoio”

di Redazione | 11 Giugno 2020 @ 13:18 | ATTUALITA'
casette post sisma
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Le case Ater nel dimenticatoio, nonostante i tanti milioni in cassa! La ricostruzione pubblica è bloccata da 11 anni ed identica sorte è toccata alle migliaia di alloggi di proprietà dell’Ater, che nonostante gli ingenti finanziamenti, oltre 80 milioni, non vengono ricostruiti”.

Lo scrive, in una nota, il capogruppo Cambiare insieme-Idv al Consiglio comunale dell’Aquila Lelio De Santis, che sull’argomento ha presentato un interrogazione al sindaco Pierluigi Biondi.

“Se ne parla da anni, su alcuni di essi si fanno esercizi di progettazione fantasiosa, come quelli di via Fontesecco, ma tutto rimane sulla carta – dice -. Nel caso degli alloggi di Porta Leone, il Progetto ambizioso ed avveniristico di demolizione e ricostruzione prevede la dotazione finanziaria di 5 milioni, ma al riguardo non si hanno da tempo più notizie”. Gli inquilini continuano a vivere nel Progetto Case o in alloggi di fortuna ed aspettano invano la ricostruzione”, aggiunge.

“L’Amministrazione comunale sembra disinteressata ed il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Ater, dopo 5 mesi dall’avviso pubblico, ancora non decide la nomina del nuovo Direttore, forse non riuscendo a trovare il giusto equilibrio fra le Forze politiche del Governo Marsilio. La mancanza di una figura apicale rallenta oggettivamente l’attività, con la conseguente inerzia amministrativa,ingiustificata, che stride con la congiuntura economica, in cui sarebbe necessario rilanciare con forza le attività economiche. A tal fine, con l’intento di fare chiarezza e di stimolare lo sblocco dei cantieri ad opera dell’Ater, ho presentato al sindaco, Pierluigi Biondi, in data odierna una specifica interrogazione a risposta scritta ed orale”, conclude.

 


Print Friendly and PDF

TAGS