Carlo Sibilia, sottosegretario al ministero dell’Interno, rinviato a giudizio per vilipendio nei confronti dell’ex presidente Giorgio Napolitano

di Redazione | 17 Settembre 2020, @02:09 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Carlo Sibilia, parlamentare del Movimento 5 Stelle e sottosegretario al ministero dell’Interno, è stato rinviato a giudizio per vilipendio nei confronti dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La vicenda risale al 2014, quando l’allora presidente della Repubblica Napolitano depose la sua testimonianza nel processo sulla cosiddetta “trattativa Stato-mafia”. All’epoca la Corte d’Assise di Palermo respinse la richiesta degli imputati Totò Riina, Leoluca Bagarella e Nicola Mancino di assistere alla deposizione in videoconferenza. A questo proposito Sibilia scrisse su Twitter: “Perché secondo voi impediscono agli scagnozzi Riina e Bagarella di “vedere” il boss?”, riferendosi a Napolitano. Il processo nei confronti di Sibili inizierà il 16 dicembre davanti al tribunale monocratico.

 


Print Friendly and PDF

TAGS