Carceri, Stefania Pezzopane interroga la Guardasigilli sulle problematiche dell’Istituto di Sulmona

Cgil e Fp Cgil:" Apprezziamo il sensibile impegno istituzionale e umano dell'onorevole"

di Redazione | 17 Giugno 2021 @ 11:53 | POLITICA
Giuseppe Merola
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “La situazione organica (Polizia Penitenziaria e Funzioni Centrali) che interessa la Casa Reclusione di Sulmona è davvero preoccupante e seria, come le restanti realtà penitenziarie del distretto”.

A darne notizia sono Francesco Marrelli (CGIL L’Aquila), Anthony Pasqualone, Gino Ciampa e Giuseppe Merola (FP CGIL L’Aquila) che tornano a rivendicare i disagi organizzativi che, ormai da tempo, afferiscono l’Istituto sulmonese.

“Apprezziamo il costante e sensibile interessamento politico-istituzionale della deputata Stefania Pezzopane che ha presentato, in data odierna, un’interrogazione parlamentare alla Ministra Cartabia, in merito ad un report presentato dalla FP CGIL sulle vacanze organiche dove è stata evidenziata una carenza di 40 poliziotti e altrettanto professionalità delle Funzioni Centrali (specie Funzionari giuridici-pedagogici ove vi è una presenza di soli tre a firmare di una previsione di sei), senza tralasciare la prossima apertura di un neo padiglione detentivo che ospiterà altri 200 detenuti circa, per una capacità complessiva di 500 detenuti – aggiungo Marrelli, Pasqualone e Merola -. La nostra lotta sarà sempre viva, a difesa della collettività penitenziaria – continuano i sindacalisti – affinché venga restituita la dignità dovuta e serenità lavorativa. Nei prossimi giorni, in occasione del progetto avviato dalla CGIL L’Aquila “Carovana dei diritti” sarà programmata anche una sosta presso il carcere di Sulmona, al di partecipare la nostra solidarietà ed impegno verso le lavoratrici e lavoratori”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS