Carceri Abruzzo: sindacati di Polizia Penitenziaria scendono in piazza il 23 giugno all’Aquila

I sindacati: "Una carenza organica di 250 poliziotti penitenziari"

di Redazione | 29 Maggio 2021 @ 08:50 | ATTUALITA'
detenuti
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Carceri Abruzzo: sindacati di Polizia Penitenziaria scendono in piazza il 23 giugno davanti il palazzo della Regione all’Aquila.

“La situazione è ormai seria e critica, negli Istituti Penitenziari abruzzesi vi è una carenza organica di 250 poliziotti penitenziari – affermano i sindacati dalle segreterie regionali di Sappe, Osapp, Uil Pa, Uspp, Fns Cisl, Fsa Cnpp e Fp Cgil.

“Basta, la misura è colma – chiosano i sindacati – chiediamo tutele e dignità per i poliziotti penitenziari che, quotidianamente, vivono in inaccettabili situazioni di disagio. Carichi eccessivi di lavoro, prestazioni obbligatorie di straordinario, continui richiami in servizio, cumuli di ferie e vittime di aggressioni. Queste sono le nostre denunce che arrivino al Governatore Marsilio, Prefettura dell’Aquila, Ministero della Giustizia, Gruppi Parlamentari di Senato e Camera, Dipartimento Amministrazione Penitenziaria affinché vi siano politiche di assunzioni ed adeguate assegnazioni di personale nel distretto abruzzese”.

I sindacati concludono: “Scenderemo in piazza, senza arretrare di un millimetro nella nostra lotta, il 23 giugno, dalle 11 alle 13, dinanzi il Palazzo della Regione all’Aquila, così da poter sensibilizzare anche il Governo regionale. Auspichiamo considerevoli e sensibili interessamenti, nell’interesse collettivo, prima che sia troppo tardi e potrebbe ulteriormente compromettersi l’ordine, la sicurezza all’interno delle carceri, nonché l’incolumità psico-fisica degli addetti ai lavori”.


Print Friendly and PDF

TAGS