Capodanno. Oipa, come proteggere gli animali dai botti

di Michela Santoro | 31 Dicembre 2023 @ 05:00 | UTILI
Oipa
Print Friendly and PDF

Il decalogo Oipa

  1. Teniamo gli animali il più lontano possibile dai festeggiamenti e dai luoghi in cui i petardi vengono esplosi;
  2. Non lasciamoli soli, potrebbero avere reazioni incontrollate e ferirsi. Stiamo loro vicini, mostrandoci tranquilli e cercando di distrarli;
  3. Non lasciamoli in giardino. Teniamo in casa o in un luogo protetto gli animali che abitualmente vivono fuori per scongiurare il pericolo di fuga;
  4. Teniamo alto il volume di radio o televisione, chiudendo le finestre e le persiane;
  5. Lasciamo che i nostri animali si rifugino dove preferiscono, anche se si tratta di un luogo che normalmente è loro vietato;
  6. Durante le passeggiate teniamoli al guinzaglio, evitando anche di liberarli nelle aree per gli animali per evitare fughe dettate dalla paura;
  7. Facciamo visitare l’animale da un veterinario comportamentalista affinché valuti la possibilità di una terapia di supporto;
  8. Evitiamo soluzioni fai da te somministrando tranquillanti, alcuni sono addirittura controindicati e fanno aumentare lo stato fobico;
  9. Organizzare una “gita fuori porta” per trascorrere il Capodanno in luoghi lontani dai centri urbani e dai rumori forti e improvvisi;
  10. Chiediamo al nostro Comune un’ordinanza contro i botti e sensibilizziamo l’opinione pubblica su quanto questi inutili rumori possano essere dannosi per gli animali domestici e selvatici.

È questo il decalogo diramato dall’Oipa, l’Organizzazione internazionale protezione animali, per proteggere gli animali domestici e selvatici dai botti ma anche dalle lanterne cinesi che possono diventare letali.

“L’inizio del nuovo anno dovrebbe essere una gioia per tutti, non motivo di terrore e angoscia”, dice il presidente dell’Oipa, Massimo Comparotto. “Allo stesso tempo, facciamo appello alle forze dell’ordine affinché considerino una priorità i controlli finalizzati a far rispettare le ordinanze, non minimizzando le conseguenze, dirette e indirette, di una condotta irresponsabile da parte di chi maneggia i petardi”.

Si ricorda che l’ordinanza del Sindaco dell’Aquila n. 347 del 27/12/2019 a tutela della sicurezza urbana dispone il “divieto di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, materiale pirotecnico di qualsivoglia natura in ambito urbano e in tutte le civiche vie e piazze del territorio comunale” è tuttora in vigore.

Il provvedimento, che prevede per i trasgressori una sanzione amministrativa che va dai 25 ai 500 euro, è pubblicato nell’area Amministrazione Trasparente del sito internet del Comune, a questo indirizzo https://trasparenza.comune.laquila.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_465753_725_1.html .


Print Friendly and PDF

TAGS