Capitali Celestiniane della Pace. Successo a Isernia per lo spettacolo “Il Perdono nutre il mondo”

di Redazione | 21 Maggio 2024 @ 14:54 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILASold out ieri sera ad Isernia per il primo appuntamento del progetto “le capitali Celestiniane della Pace verso il Giubileo” realizzato dalla Fondazione Carispaq.

È stato un successo lo spettacolo “Il Perdono nutre il mondo” di Angelo De Nicola e Sara Cecala che si è volto presso l’Auditorium “Unità d’Italia” di Isernia alla presenza del Sindaco Piero Castrataro e del Presidente della Fondazione Domenico Taglieri.

“Sono molto felice della grande partecipazione e della bella accoglienza ricevuta ieri sera ad Isernia – ha dichiarato il Presidente Taglieri – lo spettacolo è stato partecipatissimo e questo ci sprona nel proseguire con il nostro progetto che ieri ha ricevuto l’appoggio totale anche da parte del Comune di Isernia. Il Sindaco, infatti, ha ringraziato pubblicamente la nostra Fondazione per un’iniziativa che mette al centro l’attualità dell’eredità di Celestino V e del suo messaggio di pace, riconoscendo le eccellenze culturali delle capitali celestiniane”.

Il progetto intende promuovere valori di pace e di fratellanza in preparazione del Giubileo di Roma del 2025 e dell’Aquila Capitale della cultura del 2026 ed ha preso il via con il reading musicato “Il Perdono nutre il mondo – Dante Silone e la Perdonanza celestiniana” andato in scena ieri sera all’Auditorium “Unità d’Italia” di Isernia. Lo spettacolo ripercorre oltre settecento anni di storia cristiana, tra ecclesia carnalis e spiritualis incontrando personaggi straordinari, per l’appunto Celestino V, assieme a coloro che fecero del potere temporale la ragione di vita religiosa, come Bonifacio VIII, passando per Papa Paolo VI, vero ispiratore del pontificato di Bergoglio. Lo spettacolo contiene, inoltre, un commovente cameo di Germano D’Aurelio, in arte ‘Nduccio, sul fenomeno dell’emigrazione.


Print Friendly and PDF

TAGS