Call center Inps, Ugl: “Ultimo miglio con troppe incognite”

Il sindacato: mercoledì 8 un incontro pubblico dei lavoratori del contact center Inps con i candidati sindaco dell’Aquila e le forze politiche abruzzesi

di Redazione | 06 Giugno 2022 @ 19:47 | ELEZIONI
ugl
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Noi non facciamo campagne elettorali, ma con i suoi 500 lavoratori il Contact Center Inps è l’azienda più grande dell’Aquila e pensiamo che le campagne elettorali sono importanti se utilizzate per confrontarsi sui problemi del Lavoro, qui e ora”. A scriverlo sono il segretario Ugl L’Aquila Roberto Bussolotti, il segretario Ugl telecomunicazioni Abruzzo Venanzio CretarolaFrancesca Fantasia, segretaria Ugl telecomunicazioni L’Aquila.

“Troppo incognite permangono sulla selezione pubblica che Inps Servizi spa ha avviato il 25 maggio scorso, rifiutando la clausola, da noi proposta e appoggiata anche dall’intero Parlamento le cui direttive sono state del tutto ignorate da Tridico. Per noi la Clausola sociale è sempre stata un mezzo, non un fine, ma il testo dell’avviso di selezione di Inps Servizi spa contiene criticità formali e ambiguità sostanziali che rischiano di mettere in discussione la stessa realizzazione della internalizzazione del servizio a novembre 2022. Grave anche l’insistenza di Inps nel richiedere a Comdata, immotivatamente, di certificare la “prevalenza” di attività sul servizio Inps rispetto al servizio per l’Agenzia delle Entrate che solleva di nuovo un problema che ritenevamo risolto e che interessa 103 lavoratori aquilani. Chiediamo nuovamente alle Istituzioni e tutte le Forze politiche di attivarsi proprio in questi giorni nei confronti di Inps per garantire l’occupazione di tutti gli attuali addetti, risultato messo a rischio dal testo dell’Avviso. Per questo abbiamo chiesto a Inps un incontro urgentissimo e la proroga della scadenza dell’avviso fissato a giovedì 9 giugno per poter chiarire gli aspetti critici e interpretativi su cui non c’è chiarezza.

Nell’incontro vorremmo confrontarci con voi sulle criticità della procedura di selezione, chiedendovi un sussulto d’orgoglio a nome di noi tutti ed un impegno concreto e immediato per ottenere le risposte che chiediamo da mesi a Inps, indifferente perfino nei confronti degli indirizzi del Parlamento e delle Istituzioni locali. Chiediamo a tutti voi di sostenere l’intervento che noi abbiamo chiesto al presidente della commissione parlamentare di Controllo su Inps che sta garantendo il suo impegno, e inoltre per sollecitare una breve proroga della scadenza dell’Avviso per risolvere le criticità evitando contenziosi legali”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS