Call center Inps, il Consiglio non molla: incontro con Orlando e Brunetta?

di Alessio Ludovici | 02 Marzo 2022 @ 06:00 | ATTUALITA'
call center
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Call center Inps. Sbarca di nuovo in Comune lo spinoso dossier del contact center Comdata e Network Contact, commessa Inps. La vertenza è stata oggetto di una discussione nella conferenza dei capigruppo di lunedì.

Tra le proposte, spiega il Presidente del Consiglio comunale Roberto Tinari, c’è quella di provare un nuovo incontro della delegazione comunale con i ministri Brunetta, Pubblica Amministrazione, e Orlando, Politiche del lavoro.

Per il call center Inps c’è anche la suggestione di un consiglio comunale, già chiesto dal consigliere Romano nelle scorse settimane, magari congiunto con altre città, visto che la vertenza è nazionale. Consiglio a cui saranno invitati anche i sindacati. Per quanto riguarda le ipotesi rimane in campo quella di attivare la clausola sociale, richiesta già fatta a Pasquale Tridico nel precedente incontro della delegazione comunale e sostenuta dai sindacati.

Ipotesi accolta con estrema freddezza da vertici di Inps che sembrerebbero ritenere impossibile la sua applicazione. Opinione differente da parte dei sindacati che chiedono garanzie e stabilità per tutti i lavoratori impegnati nella commessa. L’altra ipotesi che trapela in tal senso, ad oggi in ghiacciaia, è quella di sfruttare norme e risorse del cratere.

Ad oggi l’unica cosa certa è che Inps Servizi, società in house partecipata da Inps, che gestirà le attività di contact center a partire dai prossimi mesi, vuole procedere attraverso procedure ad evidenza pubblica. Una decisione che complica non poco le cose in città, visto che solo in Comdata sono in ballo 530 operatori. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS