Febbre da cavallo e temperature destinate a far “tremare” i polsi secondo Bernardi

Caldo afoso e 40.1° nella "fredda" Capestrano

di Redazione | 12 Luglio 2023 @ 17:16 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Era già tutto previsto. È parafrasando il titolo di una canzone di un noto cantante italiano, applicandolo al mondo del meteo, che vorremmo descrivere quello che sta accadendo nel Centro-Sud dell’Italia.
Il caldo afoso ( e non torrido come erroneamente spesso si riporta) ampiamente previsto, appunto, dal noto meteorologo aquilano Stefano Bernardi, ha portato la colonnina di mercurio a varcare i 40° in diverse zone dell’Italia peninsulare.
Se ciò fa notizia in realtà come il tavoliere delle Puglie ( quasi 40 i gradi misurati sia a San Severo che a Foggia), laddove cioè la storia climatica vive di questi dati, il valore evidenziato in una località dell’entroterra abruzzese (notoriamente famosa per le rigidissime temperature invernali) ha davvero dell’incredibile.
 
La stazione meteo di Capestrano, un Comune in provincia dell’Aquila, infatti, ha registrato l’incredibile valore di 40,1° ( dato fornito dall’associazione meteo Caput frigoris).
Certo i valori raggiunti oggi non rappresentano un record.
Tuttavia se si pensa al fatto che siamo solo all’inizio e che il livello di mercurio è previsto destinato ad alzarsi ulteriormente nel fine settimana allora si che ci sarà di che preoccuparsi.
 
Bernardi ha esortato a fare prevenzione utilizzando tutti gli accorgimenti possibili per non rischiare problemi alla salute ( ieri a Montesilvano si è registrato un decesso a quanto pare proprio per cause legate all’eccessiva calura).
Non resta che seguire i suoi consigli ed aspettare tempi migliori che, a quanto pare, non dovrebbero tardare ad arrivare visto che all’orizzonte già si intravederebbe un abbassamento della quota atlantica, sinonimo di relativa frescura.
See ne avrà comunque modo e tempo per riparlarne.
Intanto, però, massima attenzione soprattutto per bambini ed anziani.
 
 
 

Print Friendly and PDF

TAGS