Calascio, sorpresa amara per il neo sindaco Baldi: in Comune nessun dipendente

di Redazione | 07 Ottobre 2021 @ 19:42 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

CALASCIO – Un sindaco tuttofare. Probabilmente è Paolo Baldi eletto primo cittadino di Calascio lunedì scorso, visto che in Comune non ha trovato nessun dipendente.

Sul quotidiano Il Messaggero si legge che per l’ordinaria amministrazione il Prefetto dell’Aquila, come da prassi, aveva nominato un suo rappresentante che aveva ottenuto dagli impiegati la promessa di rimanere al proprio posto fino a nuove elezioni. Vigile, segretario, impiegato anagrafe ed autista, tutti con contratto a termine legato al precedente sindaco e che hanno fatto trovare il palazzo municipale vuoto dopo il passaggio di consegne.

Insomma un Comune, anche se piccolo, senza dipendenti.

E così dopo 4 mesi di Commissariamento, il nuovo primo cittadino Baldi si trova a gestire una situazione non facile.

“Dai festeggiamenti sono passato nel giro di 12 ore al panico. Ho i giorni contati per reperire il personale: entro venti giorni, come previsto dalla legge, devo convocare il primo Consiglio comunale ma senza segretario non posso pianificare nulla”, ha detto Baldi sempre a Il Messaggero.

Il neo sindaco cerca ora quindi personale e, non potendo indire concorsi ma solo contratti a termine, sta tentando di instaurare contatti con i primi cittadini dei Comuni limitrofi, al fine di avere un aiuto da qualche loro impiegato o, al massimo, un distaccamento.


Print Friendly and PDF

TAGS